istat

 Vincenzo Nardelli

La conoscenza contro la paura

“Attenti a fare paragoni tra le 2 ondate, i numeri non ce lo consentono”. Positivi, tamponi, indice Rt: l’esperto di statistica spiega i dati – GRAFICI e ANALISI

Siamo bombardati da numeri e cifre ogni giorno che tuttavia non spiegano nulla, o quasi, sull’andamento del virus in Italia e in Molise. Vincenzo Nardelli, esperto di statistica di San Martino in P. che ha già partecipato nella prima fase della epidemia al progetto CoVstat con un team di esperti, e che ora sta collaborando a un gruppo di ricerca prestigioso, decodifica i dati, fornisce grafici ma chiarisce che in assenza di uno studio con un campione statistico è impossibile ricavare informazioni pure necessarie sui nuovi positivi. “I numeri giornalieri sono inaffidabili perché risentono di troppe variabili, a cominciare dai tamponi”.

Alessia Basler

Neural network

Perchè le ragazze non scelgono facoltà scientifiche? Dati, tendenze e ragioni spiegati da una giovane ingegnera aerospaziale

Alessia Basler affronta il tema del divario di genere anche nel percorso degli studi universitari, alla vigilia di un nuovo anno scolastico. I numeri ci dicono che il 37,3% degli uomini ha una laurea STEM contro il 16,2% delle donne. E' vero in Italia ma anche in Europa. "Nonostante negli ultimi anni le donne laureate siano più degli uomini, le ragazze che scelgono corsi ad indirizzo scientifico e tecnologico sono comunque circa la metà dei colleghi uomini. Questo divario di genere si riflette purtroppo anche nell’ambito lavorativo: essendo infatti le professioni collegate alle discipline tecnologiche più numerose e remunerative, le donne si trovano escluse da queste ambite carriere e guadagnano meno, in media, degli occupati del sesso opposto...."