Campobasso

liceo artistico campobasso

Campobasso

A ruba i cavalletti donati dal liceo Manzù. La vice preside Socci: “Regaliamo un po’ di arte a tutti” foto video

Boom di richieste per gli oggetti che appartenevano all'istituto del capoluogo. L'assessore all'Ambiente Simone Cretella: "Abbiamo ricevuto centinaia di richieste per un'iniziativa che ci ha consentito di lanciare anche un messaggio in occasione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti". La professoressa Rosa Socci: "Dalla città una risposta bellissima. Spero che siano andati nelle mani di persone che capiscano che su quei cavalletti sono state versate anche le lacrime di chi non riusciva a non realizzare un lavoro".

Calendario Misteri

Campobasso

Ecco l’edizione 24 del calendario dei Misteri: ‘Scannett allert… Silenziosi ingegni’

Si rinnova l’appuntamento annuale con la pubblicazione di un calendario diventato un rito tradizionale per i campobassani. Sarà presentato online il 2 dicembre. I Teberino: “Quest’anno, con il calendario 2021, daremo l’opportunità a tutti, grazie alle foto inedite e mai realizzate prima, da Roberto de Rensis, di vedere gli Ingegni ‘nudi’ tra ferro, cuscini, cinte, bretelle e nastri. Inoltre, ci saranno le foto di ogni singolo caposquadra sopra il “proprio” Mistero, con pose inconsuete, uniche e anche simpatiche”.

Johnny Di Stefano

Correva l'anno... 1995

“AbbonatOvi, in 5 anni vi porto in A”. Johnny Di Stefano, ‘l’avvocato del diavolo’ che si prese gioco del Campobasso

Spesso raffigurato come una macchietta, per via degli strafalcioni dichiarati in tv, il misterioso personaggio originario di Petrella nel 2013 è stato condannato a 14 anni di carcere. Sulla sua testa addirittura 25 capi di imputazione. Si vantava di aver difeso personaggi come Saddam Hussein, Slobodan Milosevic, il serial killer Harold Shipman ma non ha mai dimostrato di aver preso la laurea… Nel 1995 incrociò il suo destino con quello dei Lupi, promettendo: “Non perderemo neanche una partita”. A fine stagione la società fallì e si ripartì dall’Eccellenza regionale.

Pronto soccorso ospedale Cardarelli Campobasso

Disastro sanità

L’odissea di un paziente no Covid. “Mio padre trasferito in coma da Campobasso a Isernia. Curarsi in Molise è impossibile”

La drammatica testimonianza del consigliere comunale del capoluogo, Alberto Tramontano: “Mi hanno comunicato che la terapia intensiva del Cardarelli è interamente dedicata ai pazienti covid. Il pronto soccorso di Campobasso è ormai un centro di smistamento, rilevo l'inadeguatezza dei decisori politici e tecnici, che hanno perso mesi preziosi per fare nulla”.