Quantcast

Molise vicino a scendere sotto 300mila abitanti: in 70 anni perso un residente su quattro

Il censimento permanente dell'Istat lo certifica: la popolazione scende ed è sempre più anziana: in percentuale quasi raddoppiati gli over 85 dall'inizio del nuovo millennio

Siamo sempre meno e soprattutto siamo sempre più anziani. I risultati del censimento permanente della popolazione presentato oggi dall’Istat fotografa una situazione ormai nota ma che si va sempre più fossilizzando per quanto riguarda il Molise. La nostra regione fa segnare il minimo storico di abitanti da che esiste la Repubblica, mentre sono numerosi i fattori che indicano l’invecchiamento della popolazione.

Stamane l’Istituto nazionale di statistica ha rilasciato i primi dati relativi alle edizioni del 2018 e del 2019 del censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. Il censimento si basa sulla combinazione di rilevazioni campionarie e dati di fonte amministrativa trattati statisticamente e viene realizzato ogni anno.

Il primo dato che balza agli occhi è che il Molise si trova appena sopra la soglia psicologica dei 300mila abitanti. Infatti al 31 dicembre 2019 la popolazione residente è attestata a 300.516 persone. È molto probabile che al 31 dicembre 2020, ormai imminente, quella soglia venga superata.

Fa un certo effetto andare a vedere la serie storica riguardante la popolazione residente. Infatti quasi 70 anni fa, nel 1951, i residenti in Molise erano addirittura 406.823, cioè oltre 100mila in più. Una cifra enorme, se paragonata a quella odierna ma che andò a scendere proprio nel decennio degli anni Cinquanta, a causa della fortissima emigrazione.

Già nel 1961 i molisani rimasti sul territorio erano 358.052. La discesa è proseguita nel 1971 quando gli abitanti erano 319.807. Ma gli anni Settanta, probabilmente anche grazie a grandi insediamenti industriali come la Fiat di Termoli avvenne una crescita demografica che portò nel 1981 a 328.371 il numero di molisani sul territorio. Il picco in questo senso, su un arco decennale, si è avuto nel 1991, quando i residenti erano 330.900.

Poi la nuova discesa a fine secolo, visto che nel 2001 i molisani erano 320.601. È iniziato così quindi, forse senza rendersene davvero conto, il declino demografico molisano dovuto allo spopolamento. Nel 2011 i residenti erano 313.660 mentre solo nel 2018 si era scesi a 303.790.

L’altra faccia dello spopolamento, nell’ultimo anno 900 molisani trasferiti all’estero. E gli stranieri calano del 4.5%

In un anno quindi la regione ha perso ancora oltre 3000 abitanti, come se un paese medio del Molise fosse stato praticamente cancellato.

A guardare nel dettaglio la popolazione residente, non va affatto meglio per il Molise. La popolazione sta diventando sempre più vecchia e gli occupati sono decisamente meno rispetto alla popolazione inattiva, cioè che non lavora oppure percepisce una pensione.

C’è un dato che più di tutti mostra la variazione d’età. Se nel 2001 la fascia d’età più numerosa sul territorio era quella fra i 35 e i 39 anni con quasi 24.000 persone, nel 2011 passò a essere quella fra i 40 e i 44 anni, con poco più di 24.000 molisani. All’anno scorso invece erano le persone fra i 50 e i 54 anni le più numerose, per un totale di 23.969 persone.

E ancora: se nel 2001 la popolazione residente fino a 4 anni era pari al 4,22%, nel 2019 è divenuta il 3,32%. Quindi si fanno molti meno figli. Al contrario la popolazione residente con più di 75 anni era il 9,75% nel 2001 ed è oggi il 12,93%. È invece quasi raddoppiata nell’arco di 18 anni la popolazione residente over 85, che era il 2,64% ed è adesso il 4,62%.

In compenso sono aumentati gli stranieri che nel 2001 erano soltanto 2.588 e oggi sono 12.768. La maggioranza dei residenti stranieri, come si può immaginare, arriva dalla Romania, per un totale di 3664 persone. Al secondo posto i marocchini con 1.422 persone e sul terzo gradino del podio gli albanesi con 749 residenti.

Evidentemente però non bastano nemmeno loro ad arrestare il declino demografico ormai conclamato della nostra regione.

 

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.