procure

droga e mafia in molise

Mafia e droga

Casa, ufficio e cocaina: in Molise le organizzazioni criminali hanno il “colletto bianco”

Si fanno spazio nuove dinamiche nel tessuto economico della regione: il traffico di stupefacenti - ma non solo quello - è sempre più gestito da broker in cravatta che lavorano per i clan della criminalità organizzata. Aspetti emersi durante un incontro organizzato all’Unimol dalla Scuola superiore della magistratura e dall’osservatorio antimafia del Molise

auto incendiata

Contro le infiltrazioni criminali

Imprese minacciate a colpi di molotov e incendi, la Procura generale chiama gli 007 del fuoco

Gli uffici inquirenti del palazzo di giustizia si avvarranno da oggi in poi della collaborazione tecnico investigativa del Niat e per questo è stato firmato un protocollo d’intesa. L’accordo di una presenza fissa dei vigili del fuoco nelle tre Procure molisane nasce dopo una valutazione degli atti incendiari accaduti a danno di imprenditori perlopiù del Basso Molise

raffaele cantone

L'ultimo dossier

Cantone lascia l’Anac e fotografa il Paese: “La corruzione c’è anche in Molise, ma in 3 anni nè arresti nè sequestri”

Il presidente dell'Anticorruzione al suo ultimo bilancio prima di tornare in magistratura descrive il fenomeno in Italia: “Dal 2016 eseguiti 117 arresti, uno a settimana”. La nostra regione non figura tra quelle interessate dai provvedimenti giudiziari, ma è lo stesso Cantone a puntualizzare: “Ciò non vuol dire che sia immune". L'Italia registra fenomeno molto diverso dalla “Tangentopoli” degli anni ’90 perché la mazzetta all’italiana è stata rimpiazzata dai beni materiali e non, che sono fra l’altro più facili da occultare. In sostanza meno tangenti ma certamente più "benefit". Uno su tutti: il posto di lavoro.