Quantcast

Bilancio della discordia, Pd e Lega attaccano il M5S: “Non ha rispetto delle opposizioni”

La polemica è scoppiata per il mancato invio nei termini previsti della relazione dei revisori dei conti necessaria per approvare il rendiconto ieri al vaglio del Consiglio comunale.

Qualcuno forse si sarà meravigliato di vedere insieme i rappresentanti locali di Pd e Lega, due partiti agli antipodi nello scenario politico italiano. A Campobasso democratici e leghisti hanno avuto un motivo per ‘unirsi’ contro il Movimento 5 Stelle che governa Palazzo San Giorgio. Insomma, se stiamo insieme ci sarà un perchè, come cantava Riccardo Cocciante.

Conferenza Battista Chierchia Trivisonno PD lega Campobasso

I consiglieri comunali di opposizione lo hanno spiegato ai giornalisti che hanno convocato questa mattina proprio davanti al Municipio circa 24 ore dopo le veementi proteste espresse nell’assise civica (che ieri si è svolta sempre in remoto) sul ritardo con cui è stata trasmessa agli stessi eletti la relazione dei revisori dei conti sul Rendiconto. Il voto sul documento contabile, al vaglio dell’Aula, è slittato al 18 maggio.

“Abbiamo provato a far capire alla maggioranza e al presidente del Consiglio (Antonio Guglielmi, ndr), che non era stati rispettati tutti i diritti dei consiglieri comunali. E cioè, la relazione dei revisori dei conti che doveva essere consegnata venti giorni prima del consiglio, è stata consegnata 36 ore prima, ovvero con 480 ore di ritardo”, argomenta Antonio Battista, esponente della Sinistra ed ex sindaco di Campobasso. E’ stato lui ieri ad ‘avvertire’ la maggioranza pentastellata sul mancato rispetto dei tempi.

“Abbiamo spiegato le nostre ragioni sottolineando che avevamo la soluzione – aggiunge l’ex primo cittadino – conoscendo la proroga del termine massimo per approvare il bilancio spostato al 31 maggio, prospettando il rinvio al 18 maggio. E invece la cosa ci è stata rifiutata, ci hanno sbattuto la porta in faccia. Dispiace per i toni usati ancora una volta sgarbati da parte di chi dovrebbe conoscere gli atti. Si sono inventati anche un parere negativo”.

Posizione condivisa dalla Lega, come spiegato dal capogruppo Alberto Tramontano: “Sottolineo l’anomalia della presenza di gruppi politici che hanno valori completamente diversi. Ma difendiamo la nostra comunità e chiediamo rispetto per il ruolo che rivestiamo. Se non si rispettano i consiglieri di minoranza non si rispettano i cittadini che hanno dato loro un compito. Abbiamo sottolineato che c’erano degli errori grossolani che dovevano essere sanati, la risposta è stata irrispettosa e ignorante da parte di chi ignora le norme e poi è costretto a fare passi indietro che dimostrano approssimazione. Per il bilancio, come da nostra richiesta, ci saranno venti giorni di tempo per i consiglieri di opposizione per approfondire la relazione dei revisori dei conti”.

Insiste Giose Trivisonno, capogruppo Pd a Campobasso: “Abbiamo indetto questa conferenza stampa unitaria da parte di Pd, Sinistra e Lega non perché ci unisce la politica ma il metodo utilizzato dalla maggioranza. Per noi è importante il rispetto dei ruoli che purtroppo questo amministrazione comunale non ha. Non pone attenzione alle nostre istanze che invece spesso sono giuste. Come quanto accaduto in Consiglio comunale, quando abbiamo chiesto di far approvare il bilancio – a cui noi teniamo – con tutti i canoni di legge previsti. L’arroganza nelle risposte è quella di dire andiamo avanti per la nostra strada salvo tre ore dopo cambiare idea. Chiediamo alla maggioranza di cambiare metodo, basta arroganza e autoreferenzialità. Il bilancio si approverà il 18 maggio come da nostra richiesta”.

Presente alla conferenza anche Bibiana Chierchia, consigliera del Pd nonchè ex assessore all’Urbanistica che incalza i 5 Stelle sul ripristino delle sedute in presenza: “La maggioranza continua a tenerci fuori, il consiglio comunale da oltre un anno è in remoto, ancora non sappiamo perché non si riesca a organizzarlo in presenza. Va bene la pandemia, ma forse ci temono in presenza? Questa maggioranza ha un problema di ascolto che è disturbato dal pregiudizio”.