Quantcast

Campobasso calcio e i suoi tifosi: le maglie della promozione sono per gli “eroi” in campo contro il Covid

Una delegazione dell’Associazione “Passione Rossoblù” promotrice dell’iniziativa sostenuta dai supporters della squadra ha consegnato le t-shirt ufficiali autografate dai calciatori agli operatori sanitari del Cardarelli

Un ringraziamento a tutte le persone che hanno lavorato per combattere il Covid.

I tifosi del Campobasso hanno contribuito alla raccolta fondi dell’Associazione“Passione rossoblu” attivata con la vendita delle bandiere della squadra, e hanno quindi omaggiato tutti i lavoratori della sanità molisana, chiamati in campo a combattere contro il covid.

Con parte dei fondi raccolti sono state acquistate le maglie ufficiali, con relative cornici e targhe dedica. Sulle t-shirt l’autografo di tutti gli “eroi” che sull’erbetta di uno stadio hanno permesso alla squadra del capoluogo di volare in serie C.

Una sorta di passaggio di testimone. Quello degli eroi del calcio molisano, donato a quello degli eroi della sanità.

E allora: la maglia bianca è stata consegnata al dottor Donato Santopuoli, primario del Reparto di Malattie Infettive.

La maglia rossoblu, è stata consegnata al dottore Romeo Flocco, primario del reparto di Terapia Intensiva.

I due medici – che per divisa indossano invece il camice bianco h24 – commossi, hanno avuto parole di grande apprezzamento per il gesto dei tifosi e hanno ringraziato quanti hanno avuto la sensibilità di pensare in un momento di gioia immensa per la storia della squadra a chi cerca tutti i giorni di salvare vite sul campo minato del misconosciuto coronavirus. “Grazie ai tifosi – hanno detto – e grazie anche alle tante attività commerciali che hanno partecipato a questo gesto di grande generosità”.

Le maglie spiccano in bella vista nei reparti. Qualcuno chiede incuriosito e la risposta è di quelle che emoziona: questa squadra dopo lunghi periodi trascorsi tra categorie immeritate e fallimenti societari ha guadagnato la serie C quando nessuno (o quasi) più ci credeva. Queste maglie testimoniano che con un duro ma appassionato lavoro di squadra  – proprio come accade nei reparti degli ospedali occupati perlopiù dalla pandemia –  si può arrivare ovunque. Si può vincere. Anche sui campi più difficili. Anche quando la speranza vacilla ma la voglia di farcela ti permette, alla fine, quel gol che segna la vittoria. Anche contro il covid.