Quantcast

Focolaio a Ripalimosani: la scuola resta chiusa. Anziana della casa di riposo muore per sospetto covid

Questa mattina (1 febbraio) la dolorosa notizia sul decesso dell'81enne che aveva ricevuto solo la prima dose del vaccino. Nelle stesse ore il sindaco Marco Giampaolo ha firmato l'ordinanza che proroga la didattica a distanza, prima del rientro in classe saranno sottoposti a tampone alunni e personale scolastico

Gennaio è stato ‘nero’ a causa del focolaio scoppiato poco dopo le festività natalizie. Ma anche febbraio si è aperto con una notizia dolorosa per Ripalimosani: questa mattina in paese è morta un’anziana ospite della casa di riposo. Aveva 81 anni. Si sospetta che il virus sia stato letale per la donna che aveva ricevuto la prima dose del vaccino. Tuttavia, non è stata immunizzata: la settimana scorsa i medici le hanno riscontrato un’infezione da coronavirus e non è stato possibile somministrarle il richiamo. Infine il suo decesso che, non è escluso, potrebbe essere stato provocato anche da altre cause.

Nel giro di due settimane la comunità ha dovuto dire addio ad altri due anziani morti per covid. Solo tre giorni fa, lo scorso 29 gennaio, nel reparto di Malattie Infettive dell’ospedale Cardarelli era spirato un 94enne sempre di Ripalimosani e ricoverato a causa di un peggioramento delle sue condizioni di salute. Sempre nel reparto di Malattie Infettive si era arresa al virus un’altra anziana del paese: aveva 89 anni.

Il centro alle porte di Campobasso non riesce ancora a tornare alla normalità: ci sono 49 positivi accertati tramite tra i tamponi rapidi e i molecolari. E per il rientro in classe gli alunni dell’istituto Dante Alighieri dovranno pazientare ancora per un po’: la scuola resterà chiusa fino al 4 febbraio. Poi, se ci saranno le condizioni, si ritornerà in aula in presenza.

Prima infatti sarà svolto un approfondito screening su tutto il personale scolastico e sugli alunni, come prevede  l’ordinanza firmata questa mattina – 1 febbraio – dal sindaco Marco Giampaolo alla luce dell’andamento della curva dei contagi.

Ripalimosani Marco Giampaolo sindaco

“Si continua in DAD fino al 4 febbraio compreso”, ha spiegato anche con un post su Facebook il primo cittadino di Ripalimosani. “L’amministrazione a proprie spese e a solo scopo precauzionale provvederà a far eseguire il prossimo 4 febbraio tamponi rapidi a tutto il personale scolastico inteso come alunni, insegnanti, personale ATA e segreteria. Pertanto, qualche altro giorno di pazienza e si potrà tornare a scuola.

Il tutto ovviamente viene eseguito per la situazione emergenziale che si è creata nella comunità di Ripalimosani”.

Il sindaco ha invitato la comunità a non abbassare la guardia chiedendo di continuare “a osservare scrupolosamente le disposizioni previste nei dpcm del Governo e la sua ordinanza dello scorso 13 gennaio” firmata per contenere i contagi. Il provvedimento ha vietato “assembramenti in luoghi pubblici e privati”.

Contagi in crescita, il sindaco vieta ‘riunioni’ in casa, aperitivi e assembramenti fuori dai bar