Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Un posto dove seppellire e fare visita al proprio Fido: cimitero per animali, spazio ai progetti

C’è tempo fino al 6 agosto per presentare un progetto e dare vita a quello che è stato denominato ‘L’arcobaleno di Fido’, un posto dove seppellire in sicurezza e nella legalità il proprio animale da compagnia

Poter seppellire e dedicare uno spazio al proprio gatto o al proprio cane, dopo aver trascorso anni insieme, è una volontà sempre più diffusa nella popolazione. Per questo il progetto denominato ‘L’arcobaleno di Fido’, vale a dire il cimitero per animali, va avanti. C’è tempo fino al 6 agosto prossimo infatti per presentare un progetto che verrà valutato dalla prossima Amministrazione comunale.

È stato pubblicato dunque l’avviso esplorativo per capire se ci sono potenziali investitori in un servizio che appare in forte espansione. I cimiteri per animali si stanno diffondendo a macchia di leopardo lungo lo Stivale. Il Molise resta uno dei territori sforniti di un posto dove chiunque, pagando chiaramente una quota, può far seppellire il proprio animale da compagnia e andare a trovarlo ogni volta che vuole.

Attualmente, molti sfidano la legge seppellendo cani e gatti compagni di una vita in campagna, nelle pinete o ai piedi di un albero, rischiando sanzioni penali e conseguenze amministrative. Altri, ma davvero una minoranza, scelgono di andare sino a Foggia per usufruire del cimitero per animali della città pugliese.

Ci sono quindi motivazioni legali, di igiene e di possibile sviluppo con tanto di prospettive di nuova occupazione dietro la proposta di creare uno spazio di questo tipo a Termoli, come testimonia anche la lettera che arrivò alla redazione di primonumero.it mesi fa, da parte della proprietaria di un gatto disperata per non avere un posto dove dire addio al felino. Una lettera che fece molto discutere.

Dopo l’approvazione del regolamento nel consiglio comunale dello scorso 22 febbraio, si passa alla fase pratica. Ci sono due mesi per predisporre un progetto, con tanto di indagini geologiche ed elaborati grafici, oltre che di business plan su costi e ricavi della struttura.

Il Comune infatti non ci metterà un euro e il suo unico contributo alla finanza di progetto sarà la concessione alla realizzazione dell’opera. In quanto al terreno, è stata individuata un’area abbastanza grande e distante il giusto da qualsiasi abitazione, sulla strada che da Difesa Grande conduce verso Guglionesi, all’estrema periferia di Termoli. Ma questo non esclude che il proponente possa trovare una sistemazione diversa dove realizzare ‘L’Arcobaleno di Fido’.

L’ipotetico investitore potrà stabilire anche la durata della concessione, tale da essere sufficiente almeno per rientrare nell’investimento della realizzazione del cimitero. Tuttavia la proposta, o le proposte, saranno oggetto di valutazione del Comune per stabilire se siano di pubblico interesse e se c’è bisogno di modifiche al progetto.

Solo dopo ci sarà lo spazio per una gara d’appalto e a quel punto sarà scelta l’offerta economicamente più vantaggiosa. Per l’affidamento dell’opera, il proponente avrà diritto di prelazione nel senso che, qualora superato da altre offerte, potrà pareggiare quella vincente e ottenere l’appalto, come prevede la legge.

Intanto sono stati pubblicati i criteri di valutazione in base ai quali la commissione di gara stilerà la graduatoria delle proposte ricevute. Chi intende lanciarsi nel business del post vita di Fido e simili, può farsi avanti.