Quantcast

Guglionesi, un positivo nel personale del Comune: sanificazione e chiusura al pubblico. Oltre 200 persone in quarantena

Stamattina l’esito di nuovi test, dai quali è emersa la positività di un collaboratore a progetto. Struttura municipale sanificata, rafforzati i controlli sul rispetto dell’uso delle mascherine e sull’isolamento dei residenti. Anche l’assessore Aristotile in quarantena per un familiare positivo: “Rispettiamo le regole, facciamolo anche per gli altri”.

Il Comune di Guglionesi è stato sanificato questa mattina per via di un caso di positività riscontrato su un giovane collaboratore a progetto, il cui esito del tampone è arrivato nelle ultime ore. Un caso che si aggiunge, intanto, ai 50 già accertati. Con i “piccoli” numeri di Guglionesi, paese di 5200 abitanti, il cluster in atto è uno dei più grandi d’Italia, sebbene incida l’elevato numero di test in corso, che a Guglionesi si effettuano (a differenza degli altri comuni) per un contact tracing di rilievo dopo la scoperta di diverse infezioni fra i giovanissimi, che costituiscono la stragrande maggioranza delle persone contagiate e che in generale sono paucisintomatici.

L’operazione di igienizzazione del Comune è terminata, ma la struttura resta chiusa al pubblico fino al 24 luglio per emergenza epidemiologica. Una emergenza che vede, allo stato attuale, circa 200 persone in quarantena. Si tratta dei conviventi, dei familiari e dei contatti stretti di positivi, fra cui i giovani colleghi dei collaboratori che ora sono in attesa di sottoporsi a loro volta ai tamponi.

“Di test se ne stanno facendo davvero tanti, e questo è fondamentale per tracciare i contatti e contenere il più possibile la diffusione del virus, che riguarda in grandissima percentuale persone non vaccinate ma registra anche alcuni casi fra persone vaccinate che tuttavia hanno sintomi blandi” spiega l’assessore Pino Aristotile, anche lui in regime di quarantena per un familiare positivo. “Capisco che restare isolati dentro casa in questo momento sia difficile, tanto più se ci si sente bene e si è negativi, ma sappiamo che il tampone è una fotografia di un dato momento, fino a quando si resta a contatto con positivi, che siano figli o genitori o fratelli e sorelle, il rischio esiste e quindi la quarantena è fondamentale. E’ un sacrificio che va fatto nell’interesse del prossimo, soprattutto: oltre a tutelare la nostra salute dobbiamo tutelare la salute degli altri”.

Un invito al rispetto della norma che si aggiunge agli appelli già fatti, e che si incrocia con la decisione, assunta ieri nella riunione del Coc, di potenziare i controlli di Vigili Urbani e carabinieri in modo particolare sul rispetto dell’ordinanza emanata dal Governatore Donato Toma che ha imposto l’uso della mascherina per tutti i cittadini di Guglionesi sia al chiuso che all’aperto fino al 26 luglio. Una ordinanza che, con lo scenario attuale, potrebbe essere prorogata.

Cluster di Guglionesi, ordinanza di Toma: per tutti i residenti mascherina obbligatoria sia al chiuso che all’aperto