Rapinatori in fuga, in volo l’elicottero dei carabinieri e pattuglie organizzate su tutto il territorio

Si cercano ancora i tre malviventi che ieri sera sono entrati armati in una abitazione di Contrada castagna, a Cercemaggiore, e dopo una colluttazione sorpresi dal proprietario che era in casa sono fuggiti nelle campagne circostanti. Anche i cittadini si sono organizzati in ronde autonome per aiutare i carabinieri che hanno setacciato il territorio tutta la notte. Anche questa mattina pattuglie al lavoro

Dopo una lunga notte di ricerche nelle campagne e nei boschi di Cercemaggiore, questa mattina si è alzato in volo anche l’elicottero dei carabinieri. Caccia ai tre malviventi che ieri sera, giovedì 21 novembre – si sono introdotti in un’abitazione di contrada Castagna con l’intento di portare a segno un altro furto, dopo quelli dei giorni precedenti, ma all’interno hanno trovato uno dei familiari che ha chiesto aiuto. E’ nata una colluttazione con lo zio corso in aiuto del nipote e che abita affianco. L’uomo, 42 anni, è stato colpito da un’arma in possesso di uno dei tre (forse il calcio di una pistola). Poi la fuga. Il 42enne è stato medicato sul posto dagli operatori del 118.

I tre, verosimilmente stranieri almeno secondo quanto ricostruito finora dagli inquirenti, hanno sfruttato il buio della notte per nascondersi nelle campagne estese attorno alla contrada che è – fra l’altro – piuttosto isolata dal paese.

rapina Cercemaggiore carabinieri

Sul posto – anche questa mattina – i carabinieri di Cercemaggiore e quelli della compagnia di Bojano. Sono alla ricerca di elementi tecnici che siano in grado di fornire un qualche dettaglio utile ad identificare le tre persone.

Da qualche ora si è alzato in volo anche l’elicottero dell’Arma che sta sorvolando l’intera zona.

Si cerca anche l’auto che probabilmente i tre avevano parcheggiato poco distante o che li attendeva con un quarto complice a bordo pronto per la fuga. Ma per ora, di loro, nessuna traccia.

Erano circa le 19 quando i malviventi hanno deciso di entrare in azione, certi forse che i proprietari non fossero in casa a causa di un lutto che li aveva colpiti poco prima.

Invece in casa c’era un giovane di 22 anni che ha avvertito i rumori e, sospettando che ci fosse qualcuno che stava provando ad entrare, ha chiamato lo zio che abita nella villetta a fianco. Dunque in casa si è ritrovato con tre balordi. Ne è nata una colluttazione, lo zio è intervenuto per aiutare il nipote.

cetcemaggiore-notte-carabinieri-162970

Qualche giorno fa in paese c’è stato un furto ai danni del titolare di un bar del paese. Fatto che aveva riportato la paura in paese per l’ondata di furto già subita in passato. Così ieri sera anche i cittadini si sono organizzati in ronde autonome per individuare persone sospette in giro per le contrade che purtroppo sono rimaste senza esito.