Quantcast
Sfratti estivi

Trovare casa per tutto l’anno a Termoli è impossibile. “Ho un lavoro ma non un posto dove dormire”

Il fenomeno degli affitti brevi è deflagrato con la pandemia e a Termoli ormai trovare un appartamento per 12 mesi l’anno è un’impresa. Un giovane racconta: “A maggio mi cacciano e non so dove andare”

Meglio affittare due mesi l’anno a prezzi alti che 365 giorni a un costo medio-basso. È ormai il ragionamento che fanno tutti i proprietari di immobili a Termoli. Solo che, in concomitanza con la pandemia, sono aumentate le persone che hanno deciso di buttarsi negli affitti turistici, spesso senza cognizione di causa e quasi sempre ignorando le regole basilari del settore. Con il risultato che ormai trovare casa per tutto l’anno in affitto a Termoli è diventata un’impresa e anche nei centri limitrofi si fa fatica a trovare qualcosa di accettabile.

Nessuno scandalo, è una ‘legge del mercato’. Se c’è qualcuno disposto a pagare quasi 2mila euro a settimana ad agosto per un appartamento da 50 mq, è chiaro che il locatore preferisce questa opzione, fintanto che non esiste una regolamentazione efficace del settore, anche considerando che la normativa sui fitti concordati varata qualche tempo fa non pare aver risolto la questione.

Sono soprattutto i giovani a denunciare questo stato di cose. C’è chi rientra a Termoli dopo l’università, chi cerca finalmente l’indipendenza dal nido casalingo di mamma e papà, chi più semplicemente ha bisogno dei propri spazi. Esigenze cresciute e maturate anche a causa della pandemia.

cartello affittasi borgo

Ma per loro la ricerca è una specie di odissea. “Affitto solo fino a maggio” è il tipico annuncio che si trova sui siti specializzati, manco Termoli fosse una città universitaria. Qualcuno fa addirittura il furbo. “Scrivono affitto tutto l’anno, poi chiami e ti spiegano che a giugno te ne devi andare. È molto scorretto”.

A parlare è Alex, nome di fantasia di un molisano prossimo ai 40 anni, giramondo che nella vita ha fatto tanti lavori, vissuto in posti diversi del pianeta e che da qualche mese si guadagna da vivere in uno dei tanti ristoranti di Termoli. Da meno di un anno la città adriatica molisana è casa sua, anche se lui non ha ancora messo radici. Preferisce restare anonimo, anche perché chiunque finora gli ha proposto degli appartamenti in affitto non si è degnato di fargli uno straccio di contratto.

A ottobre ho trovato una casa in centro, grazie a degli amici. La descrizione su Internet era molto invitante, ma quando ho iniziato a vivere lì non potevo crederci. Di notte faceva un freddo tale che dovevo dormire col cappello di lana, io che sono abituato a ben altre temperature. La casa era piena di difetti e dopo un mese sono dovuto andare via. In ogni caso ci sarei potuto rimanere solo fino a maggio”.

Così ha trovato un’altra sistemazione in periferia ma a ridosso del mare. “C’è così tanta umidità che ho dovuto comprare un deumidificatore da mettere in camera. Quando soffia il vento la casa ulula, chi viene a trovarmi resta scioccato”. Ma per spirito di adattamento ha resistito finora e ci starebbe ancora, se non fosse che a breve i proprietari gli daranno il benservito. “L’appartamento serve a loro d’estate e devo andarmene”.

Così da settimane è alla ricerca di un altro tetto sopra la testa. Gli amici lo prendono in giro: “Ma una bella roulotte?” gli dicono sorridendo.I conoscenti quando lo incontrano non gli fanno nemmeno terminare la frase, perché sanno già cosa sta per chiedere: ‘Sì, devo chiedere”.

Insomma sta cercando ovunque ma la sua è una ricerca vana al momento e persino l’ipotesi di spostarsi in un paese limitrofo come Petacciato, San Giacomo o Portocannone rischia di essere un buco nell’acqua. Anche da quelle parti il fenomeno degli affitti brevi si sta diffondendo, per cui senza conoscere qualcuno è dura trovare un appartamento dignitoso in affitto 12 mesi l’anno. Senza contare le eventuali spese per spostarsi tutti i giorni.

cartello affittasi

Però un conto è fare turismo, un altro non essere in grado di accogliere chi vorrebbe stabilirsi dalle nostre parti senza essere in grado di sobbarcarsi il mutuo per una casa. Come Alex, tanti termolesi vogliosi di uno spazio proprio devono peregrinare per mesi, se non anni, costretti come qualsiasi studente universitario a dover fare i bagagli a fine maggio. “Ho cercato per mesi, è difficilissimo trovare qualcosa in centro o in prima periferia. Alla fine ho preso una casa nei pressi dell’ospedale, in una zona senza servizi” racconta un’altra giovane che ha scelto Termoli come nuova residenza. Altri ancora rinunciano, aspettando magari un’occasione diversa.

Ma Alex non può attendere. La sua attuale occupazione terminerà presto, ma lui non è rimasto a guardare. “Ho trovato un altro lavoretto estivo e a giugno dovrei iniziare. La cosa assurda è che non so dove andare a dormire. Di certo non posso permettermi le cifre che chiedono per gli affitti estivi”.

leggi anche
case sfratto persone
La replica
“Casa devastata e inquilini morosi. Ecco perché a Termoli è meglio affittare solo d’estate”
commenta