Quantcast

“Uno sconosciuto mi ha rapinato e voleva violentarmi”: 33enne in ospedale, carabinieri a caccia dell’aggressore

La giovane è stata medicata al pronto soccorso e ascoltata dagli inquirenti. Secondo il suo racconto un energumeno le ha portato via il cellulare in spiaggia iniziando a toccarla nel tentativo di stuprarla ma lei sarebbe riuscita a scappare. È stata portata in ospedale per alcune ferite da coltello.

Aggredita e rapinata da uno sconosciuto. L’uomo, che secondo il suo racconto sarebbe una persona corpulenta e di colore, le avrebbe rubato il cellulare iniziando poi a palpeggiarla nel tentativo di violentarla. Ma la giovane si sarebbe divincolata gridando aiuto e riuscendo a scappare.

I carabinieri di Termoli indagano sul racconto di una 33enne che ieri sera 28 dicembre è finita in ospedale con un taglio al collo e varie ferite seguite a una colluttazione e a un tentativo di violenza carnale. È quanto riferito agli inquirenti dalla giovane vittima, una ragazza originaria di un paese della provincia di Campobasso ma residente a Termoli.

Stando al suo racconto, ieri attorno alle 19 si trovava in spiaggia all’altezza di Termoli Nord, non lontano dalla Torretta, per una passeggiata. Tuttavia questo particolare e altre circostanze sono al vaglio degli inquirenti visto il maltempo che ha caratterizzato la costa molisana ieri attorno a quell’ora, per il fortissimo vento e la pioggia.

Sembrano esserci pochi dubbi invece sull’aggressione subita dalla ragazza, e i militari guidati dal Maggiore Alessandro Vergine stanno indagando a fondo per dare un volto all’uomo che le ha portato via il cellulare e soltanto grazie alla reazione della ragazza non sarebbe riuscito a stuprarla dopo averla minacciata con un coltello e palpeggiata per qualche istante. Poi lei sarebbe riuscita a divincolarsi, procurandosi in quel modo un taglio sul collo e altre ferite.

La 33enne ha infatti riferito di aver urlato cercando aiuto in alcuni passanti che l’avrebbero soccorsa immediatamente. Nessuna traccia però dell’aggressore, che la vittima ha riferito di aver visto in faccia e che sarebbe un uomo di colore con marcato accento estero e dalla corporatura massiccia.

La giovane è stata trasportata in ospedale da un’ambulanza del 118 e poi ricoverata per alcune ore al Pronto Soccorso del San Timoteo di Termoli dove è stata medicata per la ferita al collo e per altre ecchimosi.

È stata inoltre sottoposta a diversi accertamenti prima di essere mandata a casa. La giovane è stata in seguito ascoltata dai carabinieri che starebbero per chiudere il cerchio sul presunto aggressore.