pronto soccorso

parcheggio Romagnoli

Campobasso

Indagini concluse dopo aggressione nel parcheggio: esclusa la rapina, ipotesi stupro foto

I carabinieri del Nucleo operativo hanno chiuso il cerchio e trasmesso tutti gli atti all'autorità giudiziaria che deciderà sul giovane straniero che due sere fa ha aggredito una donna quarantenne che aveva parcheggiato l'auto al vecchio stadio Romagnoli di Campobasso. Lei, nonostante fosse in stato di shock e avesse delle ferite al volto provocate quasi sicuramente dalla colluttazione con il suo aggressore, l'ha inseguito prima dell'arrivo della pattuglia dei militari. Esclusa la rapina, gli inquirenti hanno ipotizzato la violenza.

bancarelle vecchio Romagnoli

Campobasso

Si intrufola nella sua auto con cattive intenzioni, poi la strattona: indagini sull’aggressione nel parcheggio dell’ex Romagnoli

Tentativo di rapina o violenza sessuale? I Carabinieri stanno cercando di ricostruire quello che è accaduto intorno mezzanotte nell'area del vecchio stadio, quando un giovane straniero è balzato all'interno della vettura parcheggiata all'ex Romagnoli, una zona al centro di Campobasso, buia e già al centro di segnalazioni per lo stato di degrado in cui versa. Tra il ragazzo e la vittima sarebbe anche nata una colluttazione: lei si è rivolta al pronto soccorso ed è stata già sentita dai militari del Nucleo operativo che stanno indagando.

Sanità comitati consiglio regionale

Futuro nero per gli ospedali

Sfascio sanità: reparti soppressi, accordi interregionali inesistenti. Il privato assorbe il pubblico

Le criticità sulla riorganizzazione sanitaria denunciate questa mattina - 4 dicembre - dai comitati che sono stati ascoltati dalla Quarta commissione in Consiglio regionale. Dagli ospedali di Larino e Venafro che "rischiano di essere ridotti ad ambulatori" ai posti letto insufficienti al pronto soccorso di Isernia fino alle difficoltà per i malati del basso Molise e dell'Alto Molise a causa dello smantellamento del S. Timoteo di Termoli e del Caracciolo. Gli accordi di confine per le prestazioni sanitarie nelle regioni vicine non vengono ancora formalizzate. Ombre pure sul Cardarelli di Campobasso: torna in auge l'integrazione con la ex Cattolica, che attualmente è una società per azioni, la Gemelli spa. Mentre il Piano operativo è ancora top secret.