Quantcast

pronto soccorso

Pronto soccorso ambulanze pazienti San Timoteo

Sos camici bianchi

Pronto Soccorso, i professionisti della sanità fuggono e non vengono rimpiazzati. “Non c’è ricambio generazionale”

Un vero e proprio allarme viene lanciato dall’associazione di rappresentanza dei medici e degli infermieri del Pronto Soccorso e del 118 (la Simeu) che parla di una carenza in Italia di circa 4.000 medici e 10.000 infermieri di Pronto Soccorso e 118. In Molise non va meglio e nonostante il concorso bandito si rischia una grave situazione, specie allorquando finirà l'emergenza Covid e i medici assunti temporaneamente per questa (leggasi medici venezuelani, per quanto riguarda gli ospedali molisani) andranno via

Vaccini Vietri Larino ospedale pazienti medici equipe vaccinale

Sanità allo sbando

Sanità pubblica in via di estinzione, unica soluzione è cambiare la legge a Roma. I sindaci minacciano le barricate video

In un documento che sarà elaborato nelle prossime ore saranno contenute le proposte illustrate oggi nella Conferenza dei sindaci: prioritaria la deroga al Balduzzi o un 'decreto Molise' che possa evitare la chiusura di reparti o altri presidi sanitari come le postazioni del 118. Preoccupazioni dal Basso Molise per lo svuotamento del San Timoteo perchè, sottolineano gli amministratori, "il San Pio di Vasto o il nuovo ospedale di San Salvo non ci consentirà di fronteggiare le esigenze di salute di una popolazione che d'estate triplica e in un territorio con tre aziende chimiche". Il governatore-commissario partecipa all'assemblea e attacca il dg Florenzano: "Faccia urgentemente le assunzioni"

Ospedale, Termoli, San Timoteo, pronto soccorso

Ospedale di termoli

Ragazzo aggredisce medico e portantino in pronto soccorso. Due casi in pochi giorni

Nel giro di meno di due settimane si sono verificate due aggressioni al reparto di emergenza del San Timoteo: la prima, la più grave, ha visto un ventenne alterato scagliarsi contro un medico e un portantino. Ma la rabbia del giovane non si è arrestata neanche di fronte ai Carabinieri. L'uomo è stato denunciato, ma il problema si è presto riproposto: due giorni fa è stata aggredita una infermiera. Il sindacato Fials torna a sollecitare l'Asrem sulla necessità di dotare i presidi ospedalieri di guardie giurate