Dura accusa del pentastellato Greco: “Gestione da denuncia alla Procura, ora basta”

"L'idea comunicata dai vertici Asrem di spostare gli anziani negativi nell'ospedale Francesco Caracciolo di Agnone è pericolosa" per il consigliere regionale M5S

Con un videomessaggio su Facebook che ha anche il sapore di uno sfogo amaro il consigliere del MoVimento 5 Stelle Andrea Greco, ex candidato alla carica di governatore del Molise, accusa Donato Toma e l’Asrem diretta da Oreste Florenzano di una gestione inadeguata, poco trasparente, perfino contraddittoria rispetto alle indicazioni e alle linee guida ministeriali.

Il caso specifico che costituisce secondo Greco la pietra dello scandalo è la situazione di contagio che sia creata all’interno della residenza per anziani Tavola Osca di Agnone, dove 24 persone almeno tra anziani ospiti e operatori sono rimasti contagiati dal virus.

L’idea comunicata dai vertici Asrem di spostare gli anziani negativi nell’ospedale Francesco Caracciolo di Agnone è pericolosa e può creare un rischiosissimo focolaio all’interno dell’ospedale”, sostiene Andrea Greco, aggiungendo che la ditta titolare del residence tavola Osca è la stessa che gestisce le imprese di pulizia che lavorano nello stesso ospedale Caracciolo di Agnone.

Greco fa sapere di aver inoltrato una nota alla prefettura di Isernia e di aver denunciato la situazione in procura chiedendo indagini finalizzate a verificare le scelte operate in questo momento da “un uomo solo al comando affiancato da consiglieri politici supini sulle sue posizioni”.