Fondi per Campitello, accolto il ricorso di Ecomont esclusa dal progetto finanziato dal Governo

I giudici del Tar Molise hanno sospeso le procedure accogliendo il ricorso presentato dalla Ecomont e curato dagli avvocati Di Pardo e Venditti. La società era stata esclusa dal finanziamento previsto dal Cis Molise, il contratto istituzionale di sviluppo, da Invitalia a causa di un contenzioso con il Comune di San Massimo. Il prossimo 24 giugno si entrerà nel merito.

A Campitello Matese saranno costruiti nuovi alberghi? A riaccendere le speranze della Ecomont, esclusa dai finanziamenti del Governo Conte nell’ambito del Cis Molise, l’ordinanza dei giudici del Tar Molise che hanno accolto il ricorso presentato dal privato che aveva candidato, sempre all’interno del contratto istituzionale di sviluppo, un progetto per realizzare strutture ricettive, bar e ristoranti.

Progetto inizialmente inserito nella graduatoria con una dotazione finanziaria di 10 milioni di euro a favore dell’unica impresa privata inserita in graduatoria.

Poi il progetto è stato escluso quando si è scoperto che la stessa Ecomont non rispettava alcuni dei requisiti richiesti: aveva un contenzioso per via di un debito da 500mila euro con il Comune di San Massimo. “Nessuna società privata può avere aiuti da parte dello Stato se ci sono procedure in corso”, la spiegazione fornita da Invitalia per motivare l’esclusione dall’elenco dei progetti ammessi a finanziamento.

La società non si è data per vinta e, dopo essersi rivolta agli avvocati avvocati Salvatore Di Pardo e Carmen Venditti, ha presentato ricorso al Tribunale amministrativo regionale. Dopo la camera di consiglio del 4 dicembre, ieri è stata pubblicata l’ordinanza firmata dal presidente Silvio Ignazio Silvestri che ha sospeso il progetto per Campitello riammettendo Ecomont.

C’è stato un “indebito arresto del procedimento”, il giudizio del Tribunale amministrativo.

Si entrerà nel merito nell’udienza pubblica del 24 giugno 2020.

E chissà se questo stop consentirà poi di rispettare i tempi richiesti dal Governo per la presentazione dei progetti esecutivi: il cronoprogramma per accedere ai finanziamenti è già stato definito.