Anche in Molise lo sportello Inail-Cip per orientare alla pratica sportiva

Questa mattina la firma del protocollo. Il direttore Del Nero: "Vogliamo sostenere e promuovere, tra i disabili da lavoro, la disciplina sportiva e le associazioni che la rendono possibile, per favorire il reinserimento sociale e superare le problematiche conseguenti a un infortunio". Entusiasta la presidente del Comitato italiano paralimpico Molise, Donatella Perrella

Questa mattina, presso la sede Inail di Campobasso dopo un articolato lavoro preparatorio è stato siglato un importante accordo operativo tra l’Istituto di via Insorti d’Ungheria, nella persona del direttore  regionale Rocco Mario Del Nero e il Comitato paralimpico Molise nella persona del presidente Donatella Perrella.

L’ intesa pone come obiettivo la messa a regime di uno sportello informativo Cip proprio presso la sede Inail.

E “questo sportello ha come finalità principale quella di avvicinare gli infortunati Inail allo sport, e nel contempo di divulgare quante più informazioni e notizie possibile rispetto al panorama delle attività sportive paralimpiche del territorio” ha spiegato il direttore regionale Del Nero.

“L’apertura di uno sportello informativo in collaborazione con il Cip risponde ad uno degli obiettivi cui l’Inail Molise – ha proseguito durante la conferenza stampa – attribuisce particolare importanza: sostenere e diffondere, tra i disabili da lavoro, la pratica sportiva e le associazioni che la rendono possibile ai fini di favorire il reinserimento sociale e l’ efficace superamento delle problematiche connesse ad un infortunio”.

Accorato l’appello della presidente del Cip Molise, Donatella Perrella affinché chi si ritrova in una condizione di difficoltà “individui  nello sport la forza di reagire. Perché lo sport è terapeutico per la mente e per il corpo e noi di esempi ne abbiamo tantissimi”.

Esperienze, presenti anche al tavolo della conferenza stampa e che hanno testimoniato come la pratica sportiva assuma grande rilevanza nel  percorso volto al benessere psicofisico del disabile.

“Il Cip – ha continuato la Perrella – assume valore di interlocutore privilegiato in quanto è l’ente individuato dalla legge quale responsabile dello svolgimento della pratica sportiva da parte della popolazione disabile a qualunque livello e per qualsiasi tipo di disabilità. Inail e Cip, in quest’ottica, auspicano che lo sportello informativo diventi un utile strumento per l’integrazione sociale dei disabili che chiama in gioco la sinergia e la logica di rete tra istituzioni e rappresentanze sociali”.