Quantcast

Termolesi che non vivono più: “Il centro ridotto a una latrina e le auto bloccano pure l’ambulanza”

I cittadini residenti e non del Comitato del centro cittadino tornano a farsi sentire: denunciano di nuovo la situazione di degrado del cuore della città. "Non hanno fatto ciò che hanno promesso, è ancora sporco e l'ambulanza non passa in caso di emergenza"

Lo avevano promesso e lo hanno fatto: non solo si sono rivolti alla Procura della Repubblica e ai Nas, ma hanno anche deciso di alzare nuovamente le voce e far sentire le loro richieste a tutti. Dopo l’articolo denuncia di inizio luglio scorso, in cui i cittadini del comitato di quartiere Piazza Mercato avevano snocciolato tutte le problematiche del cuore della città, ora tornano alla carica “perché qui – rivela amareggiata la presidente Maria Antonietta Tutolo – non è cambiato assolutamente nulla”.

Il centro lasciato nelle mani dei balordi con bagni a cielo aperto. Residenti: “Isola ecologica, pulizia e controlli ogni notte”

Meno di un mese fa chi vive nel cuore del centro cittadino, alle spalle di Corso Nazionale e sulla stessa via del passeggio, aveva denunciato apertamente ciò che accadeva lì ogni giorno e ogni notte: una serie di mancanze che rendevano la vita difficile, soprattutto nel periodo estivo. Mancanza di pulizia con bidoni pieni, sporchi e lasciati con le buste di rifiuti dentro e accanto per ore, fino a metà mattina, angoli trasformati in bagni a cielo aperto, dove nemmeno l’imbarazzo ferma ragazze e ragazzi.

Ancora una volta i problemi tornano tra via D’Andrea, Corso Nazionale, Corso Fratelli Brigida, via XX Settembre e Via Roma, il cuore pulsante della città, dove si concentrano le attività e dove si ritrovano cittadini e turisti a passeggiare, anche fino alle prime luci dell’alba, con schiamazzi inclusi.

Centro denuncia cittadini sporcizia

Ora la denuncia torna ancora una volta e ancora più forte, a voce alta: “Non è cambiato nulla – rivela la presidente – anzi è peggio di prima. Questa volta abbiamo una serie di punti: i bidoni non sono stati rimossi, vengono lavati ancora lungo la stradina e i residui restano tutti lì, con il cattivo odore che resta impregnato tra le case, inoltre le auto sono sempre parcheggiate sia in piazza, sia nelle vie. Qui se c’è un’emergenza e devono arrivare i mezzi di soccorso, che sia ambulanza o vigili del fuoco, non passano, perché l’accesso è bloccato da chi parcheggia dove non dovrebbe. In più la musica è sempre alta fino a tarda ora”.

Centro denuncia cittadini sporcizia

Questa volta non sono solo i cittadini che fanno parte del comitato nato nel 2013, in seguito all’aggressione che ha provocato la perdita di un occhio ad un residente, ma anche alcuni proprietari che non risiedono nel centro hanno chiesto l’intervento di avvocati. “Noi – aggiunge la presidente – abbiamo fatto ciò che abbiamo detto, ovvero ci siamo rivolti con esposti a tutte le autorità competenti. Continueremo a far sentire la nostra voce – conclude a nome di tutto il comitato – fino a quando non ci daranno ciò che ci hanno promesso, per noi e per il centro di Termoli”. (E.B.)

Centro denuncia cittadini sporcizia