Quantcast

Ancora una vittima di Santa Croce, 50enne muore in Rianimazione. Era l’autista dello scuolabus di San Giuliano

Ettore Carnevale, 50 anni di Santa Croce di Magliano, è spirato nelle scorse ore in Terapia Intensiva al Neuromed. In lutto anche la comunità di San Giuliano di Puglia dove l'uomo lavorava come autista degli alunni della Jovine

Ancora una giovane vittima la cui vita è stata stroncata dal Covid-19. A poco più di 50 anni se n’è andato Ettore Carnevale, originario (e residente) a Santa Croce di Magliano e da anni autista dello scuolabus a San Giuliano di Puglia.

A soffrire sono pertanto due comunità intere, entrambe legate a quel giovane dal grande sorriso. Così il sindaco di San Giuliano, Peppe Ferrante: “Sicuramente i nostri bimbi ti porteranno nei loro cuori innocenti come innocente era il tuo grande sorriso! Ora sarai l’autista dei nostri piccoli angeli in paradiso, e sono sicuro che ti prenderai cura di loro come hai fatto ogni giorno qui sulla terra! Condoglianze alla famiglia a nome mio e di tutta la comunità di San Giuliano di Puglia. Che la terra ti sia lieve, Ettore!”.

San Giuliano solo pochi giorni fa aveva pianto la scomparsa della maestra Concetta Terzano, originaria di Montelongo ma insegnante alle medie della scuola Jovine sin dai tempi del terremoto.

Il 50enne è morto in Terapia Intensiva al Neuromed di Pozzilli (e non al Cardarelli come precedentemente scritto), dove era ricoverato da diverse settimane. Si tratta dell’ennesimo strazio per la comunità di Santa Croce di Magliano, che sta pagando il prezzo del virus con decine di vite umane. Il sindaco Alberto Florio ci conferma mestamente come il signor Ettore sia la vittima più giovane nel suo paese.

Dalle parole del primo cittadino del paese dove Ettore abitava, e dai tanti messaggi di cordoglio espressi sulla piazza social, si intuisce come l’autista fosse benvoluto da tutti.

Per il Molise si tratta della 454° vittima dall’inizio dell’epidemia.