Tragedia a scuola, 12enne colpita da aritmia sviene. Poi la morte in ospedale

Ha smesso di battere questo pomeriggio il cuore della ragazzina che si era sentita male in classe ed era stata portata d'urgenza all'ospedale Veneziale. Gli sforzi del personale sanitario sono stati vani e poche ore dopo la piccola è deceduta. Sgomento e sconcerto in città

Alla fine il suo cuore ha smesso di battere. Non ce l’ha fatta la bambina di dodici anni che questa mattina (9 ottobre) si era sentita male a scuola: frequentava uno degli istituti di primo grado di Isernia e quella di oggi sembrava una normale mattinata di attività didattica.

Poi l’improvviso malore: la ragazzina si è accasciata, ha perso conoscenza. Quindi la telefonata al 118 e la richiesta di aiuto al personale sanitario che è prontamente giunto sul posto.

Quando i sanitari sono arrivati a scuola, hanno riscontrato una situazione disperata. Stando alle informazioni fornite da fonti ospedaliere, hanno praticato alla piccola studentessa il massaggio cardiaco e le altre manovre rianimatorie. In quei momenti disperati, è stato deciso il trasporto al pronto soccorso dell’ospedale Veneziale di Isernia. I medici del nosocomio pentro le hanno diagnosticato un’aritmia ventricolare maligna, una patologia rarissima, oltre ad aver riscontrato danni cerebrali irreparabili provocati dal malore.

Alla bambina, che versava in gravissime condizioni e lottava tra la vita e la morte, è stato applicato un pacemaker. Ma è stato tutto inutile: alla fine il suo fragile cuore si è arreso ed è deceduta.

La tragedia ha provocato sgomento e sconcerto in città: straziata la famiglia dell’adolescente che stava iniziando il suo percorso nella vita, sotto shock i compagni della scuola media che frequentava.