Anziano positivo al covid, casa di riposo in quarantena

Tutto è cominciato quando uno degli anziani ospiti della casa di riposo è risultato positivo al tampone effettuato perchè presentava sintomi sospetti. A Cercemaggiore sono in corso gli accertamenti sanitari nella comunità alloggio, così come previsto nella procedura attivata ieri sera (19 marzo) dall’Azienda sanitaria regionale.

“Ieri sera ho allertato anche il sindaco del Comune e ho inviato tutte le disposizioni relative alla gestione del caso perchè è una situazione che deve essere monitorata e controllata”, ha dichiarato a Telemolise il direttore generale dell’Asrem Oreste Florenzano.

Nelle prossime ore si saprà dunque se anche gli altri ospiti della struttura – una ventina sono attualmente presenti – hanno contratto il virus: sono stati eseguiti infatti ulteriori tamponi. Invece la casa di riposo sembra sia stata ‘blindata’ in attesa dell’esito degli accertamenti sanitari.

“Ci sono dei problemi”, ha dichiarato questa mattina a Primonumero il sindaco Gino Mascia che non si è voluto sbilanciare su una vicenda che desta numerose preoccupazioni in paese. La comunità alloggio potrebbe trasformarsi in un piccolo focolaio, come avvenuto in strutture simili presenti in altre regioni italiane.

Gli anziani, infatti, sono i più esposti al rischio contagio da covia-19, particolarmente letale per loro. I decessi già registrati nella nostra regione lo confermano: finora sono morti con il coronavirus quattro persone ottantenni.