Ore di angoscia nella casa di riposo per un anziano contagiato. Indagini sui contatti, ma i tamponi devono aspettare

Momenti di paura in paese: nel giro di 24 ore sono stati riscontrati due casi al covid-19. Positivi un volontario di un'associazione, marito della titolare di un tabacchi del paese, e l'anziano ospite della comunità alloggio. Il sindaco chiede all'Asrem di velocizzare gli accertamenti sanitari.

C’è preoccupazione a Cercemaggiore per gli anziani della comunità alloggio: uno di loro è risultato positivo al covid-19. Nella tarda serata di mercoledì, 18 marzo, la comunicazione dell’Asrem al sindaco Gino Mascia.

Oggi erano attesi i tamponi per gli altri ospiti e per le operatrici della struttura, messa nel frattempo in quarantena, per accertare se anche loro avessero contratto l’infezione. Tuttavia, passate le ore, intorno alle 18 l’Ufficio di igiene e prevenzione ha informato il primo cittadino che i test molecolari per verificare l’infezione da coronavirus non sarebbero stati più effettuati perchè i pazienti sarebbero asintomatici. E in tal caso, secondo le procedure utilizzate dall’Azienda sanitaria, i tamponi non vengono svolti.

“Ho dato mandato al Dipartimento di Prevenzione di attivarsi e di avviare le procedure del caso, in particolare di verificare i contatti certi”, ha spiegato stasera a Primonumero il direttore generale Oreste Florenzano. “Dopo aver svolto l’indagine epidemiologica, decideremo se effettuare i tamponi”.

A Cercemaggiore intanto si stanno vivendo ore di ansia. Nel giro di 24 ore sono stati riscontrati due casi di Covid-19: sono finora positivi il volontario di un’associazione, marito della titolare di un tabacchi del paese, e l’anziano ospite della comunità alloggio. “Noi chiediamo che vengano sottoposti a tampone gli anziani e le operatrici della struttura”, le parole del sindaco Mascia raggiunto telefonicamente.

Anche perchè sembra che le stesse operatrici della cooperativa che gestisce la comunità alloggio stasera non presteranno assistenza sanitaria per paura di contrarre l’infezione.