Polizia, il sindacato Coisp in piazza per “chiedere sicurezza e garanzie” foto

Il sindacato di Polizia Coisp si mobilita e organizza la mobilitazione nazionale il prossimo martedì 29 ottobre. L’incontro tra la Federazione Coisp, le altre organizzazioni sindacali ed il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, che si è svolto a Roma nella serata del 23 ottobre, al quale hanno partecipato anche il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e il Capo della Polizia Franco Gabrielli, “ha lasciato molti dubbi al Sindacato sulle reali intenzioni del Governo di ascoltare la voce dei poliziotti e degli appartenenti alle altre Forze di Polizia su numerose questioni rimaste irrisolte“, si legge nella nota.

“Sono tante le problematiche e attualmente mancano i presupposti per arrivare ad una concreta soluzione. Come è già stato sottolineato dal Segretario Generale della nostra organizzazione sindacale, Domenico Pianese – continua la nota del Coisp – non può più essere ignorato il profondo malessere del personale della Polizia di Stato dovuto ad una umiliazione sia di carattere economico che professionale. Occorrono stanziamenti di adeguate risorse per l’equipaggiamento dei Poliziotti al fine di tutelarne l’incolumità in maniera quanto più possibile efficace. Mi riferisco ad esempio ai giubbotti sottocamicia antiproiettile ed antilama, ad appropriate protezioni per i servizi di ordine pubblico e a mezzi più efficaci per contrastare quei soggetti particolarmente aggressivi”, ha spiegato Peppino Pica, segretario generale provinciale del Coisp per la provincia di Campobasso, portando le motivazioni della protesta e aggiungendo: “Occorrono, allo stesso tempo, leggi che non consentano di restare impuniti a chi aggredisce, offende o minaccia gli appartenenti alle Forze di Polizia”.

Il Segretario Pica ha poi evidenziato anche le criticità riferite all’insufficienza degli stanziamenti economici per rinnovare il contratto nazionale di lavoro: “Lo stanziamento di circa 546 milioni di euro per il triennio normativo ed economico 2016 – 2018 non consentirà di recuperare il potere di acquisto degli stipendi perso nei dieci anni di blocco, anzi a fatica riuscirà a far giungere nelle tasche degli uomini della sicurezza appena 40 euro di aumento mensile. Rimarranno peraltro invariate le indennità accessorie quali a esempio lo straordinario il cui attuale importo orario si aggira su vergognosi 7/ 8 euro”. Il Segretario del Coisp di Campobasso ha poi concluso: “Martedì 29 ottobre saremo in Piazza Gabriele Pepe per un volantinaggio di protesta sul tema della sicurezza e sugli aspetti correlati, insieme ad esponenti di forze politiche, cittadini e appartenenti ad altre forze di Polizia”.