Quantcast

sicurezza

Ospedale San Timoteo Termoli

Termoli

Neonato morto, due i ricorsi contro chiusura punto nascite. Martedì autopsia, primi indagati

I sindaci del BassoMolise stanno preparando il ricorso sulla scorta di quanto già fatto due anni fa, e anche la Casa dei Diritti impegnata contro la decisione del commissario straordinario Flori Degrassi. Ieri ispezione del direttore sanitario al san Timoteo, oggi confronto in Asrem per indagine interna. L'obiettivo è ricostruire quanto accaduto e si attende l'esito dell'autopsia, che sarà effettuata la prossima settimana. La Procura conferirà l'incarico al medico legale entro martedì. Iscritti sul registro degli indagati alcuni sanitari che hanno avuto un ruolo nel parto e nel post parto del piccolo di Portocannone, deceduto nel tardo pomeriggio di lunedì due ore e mezza dopo la nascita. Si tratta di una azione dovuta.

Campitello 15 agosto 2020

La sentenza del tar

Campitello, punto e a capo: annullata la gara vinta dalla famiglia Muccilli. Tutto da rifare per la gestione degli impianti

Ieri - 1 luglio - è stata pubblicata la sentenza dei giudici del Tribunale amministrativo regionale che si sono espressi sul bando di aggiudicazione degli impianti di risalita di Campitello Matese assegnata alla società Malbatour, rappresentata legalmente da Carlo Muccilli. Il ricorso era stato proposto dalla Dga Funivie srl, gestore scelto nel 2016 e arrivato poi secondo nel nuovo bando regionale. Il Tar ha rilevato anche il conflitto di interessi in cui si trovava l'attuale amministratore di Funivie Molise, Nicola Ianiro.

Nacarlo capitaneria relitto militare mare

Termoli

Mezzo militare in mare, prima di valutare il recupero l’indagine dei sub dovrà accertare l’assenza di esplosivo video

La Capitaneria di Porto di Termoli ha attivato tutte le procedure del caso allertando la Prefettura e delimitando l’area di mare che si trova nel raggio di 20 metri dal luogo del ritrovamento di quello che sembra un mezzo militare risalente alla Seconda Guerra Mondiale. Non si tratta di un ordigno ma prima dell’eventuale recupero del relitto – rispetto al quale la Soprintendenza dei Beni Culturali sarà chiamata a effettuare una valutazione circa la valenza storica – andrà valutata la eventuale presenza di materiale esplosivo