Quantcast

La biblioteca Albino diventa sezione nazionale di Roma, Fanelli: “Ora la messa in sicurezza”

Che cosa ne è della Biblioteca Albino? Questa la domanda posta ieri alla dottoressa Passarelli, al vertice della Direzione Generale delle Biblioteche a Roma, presso il Mibact. Un incontro che fa seguito all’interessamento sulla questione che, da tempo, il Pd sta portando avanti insieme ad altre forze politiche.

“Dall’incontro di ieri – scrive Micaela Fanelli in una nota –  è emersa una buona notizia relativa a un prossimo decreto ministeriale, con il quale l’Albino sarà inserita all’interno del quadro delle biblioteche statali come sezione della Biblioteca Nazionale di Roma. Il tutto in attesa che un Dpr possa successivamente riconoscere un’autonomia maggiore, per la quale ci batteremo. Ma ora occorre partire! Serve un’immediata tutela del patrimonio librario presente nella struttura del capoluogo che va messo subito in sicurezza. Accanto all’ottenimento di tale decreto ministeriale di estrema importanza per lo sblocco immediato, si dovrà poi procedere a all’iter per la messa in sicurezza dell’edificio dove era situata e degli impianti: indispensabile per la riapertura. Bisognerà comprendere anche se si potrà intervenire sulla struttura o, se per la stessa, sarà necessario individuare una nuova sede”.