Lungomare Colombo e Rio vivo vietati per altri tre giorni. Negozi chiusi per Liberazione e 1° Maggio

Il sindaco Francesco Roberti replica quanto deciso per Pasqua e Pasquetta al fine di evitare che alle persone venga voglia di uscire rischiando di contrarre il covid-19

Lungomare nord e lungomare sud di Termoli chiusi anche sabato 25 e domenica 26 aprile e il prossimo primo maggio. Il sindaco Francesco Roberti ha scelto di replicare l’ordinanza già emanata per i giorni di Pasqua e Pasquetta, quando aveva vietato il transito veicolare su entrambi i lungomare nonché quello dei pedoni in via Cristoforo Colombo.

Lo fa per cercare di evitare che a qualcuno venga in mente di uscire di casa contravvenendo alle regole sul distanziamento sociale e sul divieto di assembramenti per cercare di frenare il diffondersi del virus covid-19.

La nuova ordinanza emanata oggi 17 aprile dal primo cittadino di Termoli prevede quindi l’interdizione assoluta al transito pedonale e di bici sul marciapiede e la pista ciclabile del lungomare nord di Termoli dalla rotatoria dell’hotel Mistral fino alla Torretta di via Vespucci e l’interdizione assoluta al transito anche per ogni tipo di veicolo sul lungomare nord di Termoli dalla rotatoria del Mistral, vale a dire incrocio fra via Cristoforo Colombo e via Magellano e sempre fino alla Torretta.

Potranno transitare soltanto i veicoli dei mezzi di soccorso o delle forze di polizia nonché coloro che hanno esigenza di rientrare nelle proprie abitazioni o domicili in via Colombo, via Vespucci, Contrada Colle della Torre e Contrada Fucilieri.

Rio Vivo

Chiusa ai pedoni anche l’area passeggio del lungomare sud di Termoli che va dal lido Buena Vista Social Club al lido Cala dei Longobardi e al Circolo della Vela con ingresso del porto turistico della cosiddetta Strada parco. Chiusi anche tutti gli accessi alle spiagge del Litorale di Termoli sia a nord che a sud mentre sarà vietato stazionare all’interno di tutte le aree verdi litoranee comunali e le zone esterne delle carreggiate.

Divieti che quindi verranno sia per il fine settimana del 25 e 26 aprile che per il giorno festivo di venerdì primo maggio. Ma si susseguono anche le chiusure di negozi, come richiesto dai sindacati e già deciso in altre località molisane come Campomarino e Larino.

Negozi chiusi il 25 aprile e il 1 maggio, lo chiedono Pd e Sindacati. Alcuni Comuni hanno già deciso

Roberti ha emanato anche un’altra ordinanza prevedendo la chiusura di tutti i negozi nei giorni del 25 aprile, Festa della Liberazione e del primo maggio, Festa dei Lavoratori, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, tabaccai ed edicole.

Saranno obbligati a rimanere chiusi tutti quelli esercizi commerciali che vendono alimenti, oltre che tutti gli altri negozi.