Quantcast
Appello a regione e parlamento

Preparativi per Molise Pride 27 luglio. Si chiede una legge contro l’omotransfobia

Va avanti la fase di organizzazione del Molise Pride, che quest’anno celebra i 50 anni dei Moti di Stonewall, che nel 1969 diedero via al primo pride di New York. La manifestazione molisana si svolgerà a Campobasso il 27 luglio, e il comitato organizzatore rivolge un appello tramite la piattaforma Vogliamo Una Legge  alla Regione Molise e al Parlamento per approvare al più presto una legge contro l’omotransfobia “seria e concreta”.

“In Molise  è quasi del tutto assente qualsiasi forma di tutela per le persone LGBT e per questo – dichiara Luce Visco, Presidente di Arcigay Molise – facciamo appello alle forze politiche della Regione, affinché mettano in agenda la proposta di una legge che offra servizi e aiuti stabili e concreti nel tempo, oltre che al Presidente Donato Toma, che l’anno scorso è stato presente alla manifestazione e che attendiamo anche quest’anno”

Il Molise, continua il comitato “deve diventare un faro in Italia per i diritti e siamo pronti a lavorare per la stesura del testo della legge contro l’omotransfobia, mentre allo stesso tempo ci aspettiamo dalla politica nazionale che si superino le differenze in modo da approvare una legge che nel 2019 non sia una semplice estensione della legge Mancino, ma che offra sostegno e servizi in particolare alle vittime di violenza familiare, spesso lasciate sole e senza alternative.

Ci aspettiamo il sostegno di tutte le Istituzioni sul tema della discriminazione, che ogni giorno viviamo sulla nostra pelle. Allo stesso tempo monitoreremo l’attuazione del programma della piattaforma Molise Pride sottoscritta dal Sindaco di Campobasso Gravina che attendiamo alla manifestazione”. 

Intanto continua intanto la raccolta fondi per la realizzazione della manifestazione. 

commenta