Quantcast

L’Avis di Riccia dona 2 defibrillatori all’istituto professionale e al bocciodromo comunale

L’Avis comunale di Riccia ha consegnato un defibrillatore semiautomatico all’IPSASR, completando il progetto di scuole cardioprotette nel centro fortorino.
L’Associazione, che opera prevalentemente per la promozione della donazione del sangue, ha installato un proprio defibrillatore, nel corso degli anni, in ogni scuola presente a Riccia: alla scuola primaria, alla scuola secondaria di primo grado (annessa alla scuola dell’Infanzia), al Liceo Scientifico e al Palazzetto dello Sport.

L’AVIS Comunale Riccia, inoltre, ha donato un altro defibrillatore al Bocciodromo Comunale – Collina del Benessere, struttura sportiva inaugurata il 26 settembre 2020.

avis riccia defibrillatori

I membri del Consiglio Direttivo non si fermano mai, nonostante lavorino sempre e costantemente nell’ombra. Il loro operato si basa su un principio fondamentale: “Il bene si fa in silenzio, tutto il resto è palcoscenico”, come spiega il segretario Ivan Fanelli.

Il benessere della popolazione non è l’unico obiettivo raggiunto dall’Avis Comunale Riccia, sezione presieduta da Clarissa Di Criscio. La stessa sezione è stata la prima, in Molise, a dare la possibilità di sottoporsi gratuitamente al tampone rapido prima della donazione. Si è trattato di un ‘regalo’ al donatore ma è anche, soprattutto, un segno di rispetto nei confronti di medici, infermieri e personale volontario, che si adoperano per rendere possibili le donazioni sul territorio.

Ad oggi sono stati già processati oltre 120 tamponi tutti negativi, segno, questo, dell’attenzione che ogni donatore, periodico e volontario, dedica al suo stile di vita.

L’Avis Comunale di Riccia è da anni, ormai, che si dedica alla cura del verde nel Parco del Donatore di Riccia, parco giochi dedicato ai bambini.
Anche durante il 2020, nel corso dei primi mesi di incertezza e paura dell’ignoto, i volontari avisini non hanno abbandonato l’impegno preso, la dedizione è stata costante, con un numero di operazioni di potatura e sfalcio erba che ha raggiunto anche le 15 volte nell’intero anno.

Ma perché fare tutto questo? “L’AVIS Comunale di Riccia vuole essere un esempio di solidarietà per tutti i cittadini – sottolinea la presidente Clarissa Di Criscio – Un esempio di come ci si possa ancora aiutare l’un l’altro e di come ognuno di noi, nel suo piccolo, può ancora fare grandi cose per l’intera comunità”.

“Vuole, in qualche modo, sensibilizzare all’importanza del lavorare in sordina, del non autocelebrarsi sui social, del non autoproclamarsi. Vuole far cogliere l’umiltà, qualità ormai quasi scomparsa e l’altruismo, atteggiamento di cui tutti hanno un gran bisogno, soprattutto in questo momento storico”, affermano all’unisono i membri del Consiglio direttivo.