Cln Cus Molise a ritmo di samba: ingaggiato il laterale brasiliano Vitinho

Il calciatore figlio d'arte si dice "pronto a dare una mano alla squadra a volare sempre più in alto in classifica. Possiamo farcela".

Continua a passi di samba il mercato del Circolo La Nebbia Cus Molise. Nella settimana che porta la squadra alla trasferta di Pistoia, dopo l’accordo con il portiere Vinicius Diouf Oliveira, arriva la firma di Vitinho Falcetta, laterale brasiliano mancino classe 1999,  pronto a mettersi in mostra alla corte del tecnico Sanginario. Figlio di Sandrinho, che si è laureato campione del mondo con la nazionale brasiliana nel 1996 e si è messo in grande evidenza nel nostro campionato facendo man bassa di successi con le maglie di Prato, Arzignano, Luparense, Victor Guimaraes Falcetta, è stato già protagonista da diversi anni ormai nel nostro paese con le casacche di Pescara, Civitella Colormax e Cdm Genova (in serie A), Pistoia (in A2). “Sono molto contento della fiducia che la società, lo staff tecnico e i compagni hanno riposto in me – sono le prime parole di Vitinho – mi auguro di riuscire a contribuire al raggiungimento di grandi risultati da qui alla fine del campionato”.

Porti un cognome importante visto che il tuo papà Sandrinho ha scritto pagine importanti del futsal italiano e si è laureato campione del mondo con la nazionale brasiliana. Quanto è importante per te questo aspetto?

“E’ molto importante ma ho sempre cercato di evitare dei paragoni con papà. Lui ha scritto la sua storia in Italia con grandissimi risultati, io devo scrivere la mia”.

Per quanto concerne la tua carriera quale è stata la stagione più bella?

“Quando sono arrivato in Italia, la prima stagione che ho giocato a Pescara. Quell’anno abbiamo vinto la coppa Italia con la formazione under 21. Ho giocato in serie A quando avevo 17 anni, poi ho militato a Genova e Pistoia. Adesso sono al Cus e voglio essere utile alla causa”.

Ti sei già integrato bene nel gruppo. Che squadra e che ambiente hai trovato a Campobasso?

“Mi sono trovato subito bene. Conoscevo già alcuni dei miei compagni di squadra, tutto il gruppo mi ha accolto nel migliore dei modi. Il Cln Cus Molise è una squadra di grande qualità così come testimonia anche la classifica. Speriamo di continuare su questa strada”.

La società è sempre vicina ai giocatori e anche per questo sono arrivati risultati importanti. Concordi?

“Certamente. La vicinanza della società è importante così come è fondamentale la forza del gruppo, aspetti che qui al Cln Cus Molise sono alla base dei successi e delle belle prestazioni che stanno maturando”.

Dal punto di vista personale quanto potrai dare a questa squadra?

“Se sono qui è perché ho grandi motivazioni e sono felice di poter aiutare questa squadra a rimanere nella zona altissima della classifica. Farò il massimo affinché questo gruppo continui a vincere”.

Sabato si va a Pistoia e sarai un ex. Che gara ti aspetti?

“E’ una partita difficile. Ho giocato a Pistoia e conosco il valore della squadra. Sarà un match duro ma andremo in Toscana con il chiaro intento di portare a casa altri tre punti che sono molto importanti per noi”.