Quantcast

Trovati a fare pesca abusiva, minacciano presunte ‘spie’: multa da 3mila euro e sequestro

Più informazioni su

Tre persone sono state sorprese dalla Capitaneria di porto di Termoli a praticare pesca abusiva nelle acque del litorale Nord.

L’operazione della Guardia Costiera è scattata ieri in tarda serata. Sono intervenute 7 unità via terra e via mare della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera e del Commissariato della Polizia di Stato di Termoli che con due pattuglie e una motovedetta sono intervenute sul punto.

Le pattuglie, dopo un breve appostamento, hanno colto sul fatto 3 uomini intenti al recupero del pescato dall’arenile, catturato da reti messe abusivamente.

La pesca sportiva ricreativa effettuata con attrezzi e modalità non consentite, arreca un grave danno all’ecosistema ed alla pesca professionale, che proprio in questo periodo di fermo hanno necessità di essere tutelati e salvaguardati.

Provvidenziale la collaborazione tra il personale dei due Corpi hanno operato un sequestro di 5 Kg di pescato e 50 metri di rete da pesca e multato i 3 soggetti per 3mila euro per aver violato le norme sulla tutela dell’ambiente, del mare e delle specie ittiche.

Non contente dell’accaduto le stesse persone sono ritornate sul posto poco dopo per aggredire e minacciare chi, secondo loro, aveva segnalato le attività illecite alle Autorità. L’intervento tempestivo della Volante ha impedito che la situazione, su cui risvolti penali si sta indagando, degenerasse ulteriormente.

L’attività di vigilanza proseguirà su tutto il territorio al fine di contrastare abusi ed illeciti.

Più informazioni su