Classifiche congelate, il Circolo la Nebbia Cus Molise vince il campionato

Il Circolo La Nebbia Cus Molise Femminile ha messo in bacheca anche il campionato dopo aver conquistato all’inizio dell’anno la coppa Italia regionale. Con il congelamento delle classifiche, la squadra di Massimiliano Di Gregorio ha visto ripagati tutti i sacrifici fatti.

“Un gruppo di giocatrici giovani e più esperte, un mix esplosivo che ha premiato qualità ed esperienza delle ragazze biancorosse, prime al momento dello stop forzato a causa della pandemia da Covid 19. Si chiude così – commenta il club – nella maniera migliore una stagione che ha visto la società della famiglia Dell’Omo primeggiare su tutti i fronti dopo un avvincente duello con l’Arcadia Termoli, degna avversaria delle ragazze in maglia Cln Cus Molise. L’esperienza delle veterane (Piacquadio, Micatrotta, D’Alessandro e D’Angelo), unita alla freschezza e alla voglia di migliorare delle più giovani, ha rappresentato la base solida sulla quale costruire i successi”.

mister di gregorio cus molise donne

“Senza ombra di dubbio è stato brutto non poter concludere la stagione – spiega il tecnico Massimiliano Di Gregorio – vincere sul campo avrebbe avuto decisamente un altro sapore. E ritengo che il duello con l’Arcadia sarebbe stato bello e avvincente fino all’ultima giornata di campionato. Così come avvincente è stata la finale di coppa Italia che ci ha visto primeggiare. Detto questo, per quanto fatto vedere dico che la vittoria del campionato è stata meritata.

Un grazie di vero cuore va alla società e al presidente Nicola Dell’Omo che ha creduto in questo progetto e mi ha dato fiducia, al mio staff che è riuscito ad assecondare le mie richieste e a lavorare con dedizione, passione e impegno durante tutto l’anno. I complimenti e il grazie più grande va ad un gruppo di ragazze che mi ha seguito e ha saputo dimostrare sul campo, partita dopo partita, allenamento dopo allenamento il proprio inestimabile valore. Avere in squadra senatrici del calibro di Piacqudio, D’Angelo, Micatrotta e D’Alessandro, è stato per me un onore e un motivo di grande orgoglio, coinvolgerle e vederle giocare con la stessa passione di tanti anni fa, è stata la vittoria più bella.

Un grazie va a chi ci ha seguito e ci è stato vicino durante tutto il cammino. Ritengo – continua il tecnico del Cln Cus Molise, che ogni singolo giorno vissuto sul campo abbia rappresentato un momento di crescita per ognuno di noi”.