Il Frentania International Festival 2020 si chiude con Anticuerpos Poeticos

Sulla pagina Facebook Frentania Teatri, questa sera, domenica 31 maggio alle 21.30, ultimo appuntamento con il Frentania International Festival 2020, web festival di arti performative che ha visto susseguirsi incontri con artisti provenienti da: Brasile, Italia, Stati Uniti e Argentina.

Il Festival organizzato da Frentania Teatri in collaborazione con il Centro Culturale Borges di Buenos Aires è stato supportato dall’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires, la Regione Molise, il Comune di Termoli, il Comune di Larino, la Casa del Libro di Termoli e il Villaggio delle Arti di Larino.

Le parole del direttore artistico del Festival Giandomenico Sale: “Visto l’alto numero di visualizzazioni da tutto il mondo, degli incontri precedenti, possiamo confermare di aver raggiunto l’obiettivo di colmare parzialmente la mancanza di spettacoli dal vivo, con gli incontri live su Facebook, creando una forma di aggregazione sociale e di accrescimento culturale utilizzando i mezzi consentiti, in questo periodo di restrizioni”.

Anticuerpos Poeticos, con la regia di Adriana Barenstein, è l’ultimo appuntamento. In scena in video: Erica Santamarina, Alfonsina Macchi Herrera, Sergio Pletikosic con le musiche di Juan Pablo Amato e video di Daniel Bernasconi. Tutti artisti in collegamento da Buenos Aires che a performance conclusa scambieranno opinioni con il pubblico.

Dice Adriana Barenstein: “Un anticorpo è una sostanza che il nostro corpo produce quando reagisce alla presenza e all’azione di un antigene. Pensiamo alla possibilità di un progetto artistico collettivo, aperto e diversificato che darà forma a questo momento di pandemia e che possa generare anticorpi per resistere alla presenza corrosiva di un antigene. Da questo punto di vista, ci avviciniamo a questa performance come un anticorpo, uno strumento di difesa che ci fornisce una potente ancora critica per pensare e abitare il corpo, l’arte, le identità e la vita in tempi di crisi epidemiologica”.