S. Antonio Abate, alla tradizionale festa ‘ospiti’ il diavolo di Tufara e l’orso di Jelsi

Campobasso si prepara a festeggiare il santo patrono degli animali: falò, benedizione degli animali e maitunate di Nicola Mastropaolo al centro della manifestazione in programma il 17 gennaio

Campobasso si prepara a festeggiare Sant’Antonio Abate, il santo patrono degli animali: falò, benedizione degli animali e maitunate di Nicola Mastropaolo saranno i momenti clou della manifestazione in programma venerdì 17 gennaio e organizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Campobasso. Quest’anno, poi, c’è una novità: ci saranno anche il diavolo di Tufara e l’orso di Jelsi alla festa che si svolgerà sul piazzale davanti alla chiesa a lui dedicata e uno dei punti più importanti del centro storico.

“Da secoli – spiegano gli organizzatori – la festa in suo onore rappresenta un momento importante per tutti i campobassani, che intorno al fuoco si ritrovano per vivere momenti di divertimento e allegria. Ogni anno l’evento registra la presenza di tantissime persone a dimostrazione dell’attaccamento a un luogo ricco di fascino e tradizioni e dove ci sono le radici più profonde di ogni vero “cambuasciane”. Quest’anno la serata sarà arricchita anche dalla presenza di due caratteristiche maschere molisane, il diavolo di Tufara e l’orso di Jelsi. Ciò è stato possibile grazie alla collaborazione dell’assessorato alla cultura del comune di Campobasso guidato da Paola Felice”.

Invece la parte gastronomica dell’evento sarà curata dal gruppo Scout CB 5 che proporranno i tradizionali piatti a base di carne di maiale, le fave cotte e un buon bicchiere di vino rosso nel rispetto delle antiche tradizioni del periodo.

Dunque venerdì 17 gennaio si comincia alle 8.30 con la santa messa e la benedizione del pane. Alle 9.30 l’accensione e la benedizione del fuoco, a mezzogiorno la benedizione degli animali.

Nel pomeriggio, dopo la processione (alle ore 17), ci saranno il rosario e un’altra celebrazione eucaristica.

Alle 19.15 l’esibizione del diavolo di Tufara e dell’orso di Jelsi. In serata lo spettacolo musicale ‘Ulesse areturna’ a Sant’Antuone’: Nicola Mastropaolo presenta le più belle maitunate della città di Campobasso. Sul palco ci saranno anche Antonio Mandato (voce), Alessandro Serino (fisarmonica), Amerigo Malzone (chitarra acustica), Giuliano Civetta (contrabbasso), Michela Zizzari (percussioni).

Per l’occasione, dalle 16.30 del 17 gennaio e fino al termine della processione, sarà sospesa temporaneamente la circolazione in via Pisa, via Sant’Antonio Abate, rotonda Scuola ‘Notte’, via Quircio, piazza Venezia, via Monforte (da piazza Venezia a via Pisa).