Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Imitatore, cabarettista, Gobbo con l’accento pescarese. La voce possente di Giò Di Tonno a Difesa Grande

Il cantante pescarese alla festa nel quartiere termolese recuperata sabato sera dopo la pioggia del 2 agosto scorso. Uno spettacolo di musica, imitazioni e aneddoti

E’ la voce possente del Gobbo di Notre Dame, ma quando il trucco va via, è semplicemente Giò Di Tonno. E proprio con la sua semplicità, con la sua voce possente e un’ironia nascosta che tira fuori nei concerti dal vivo, si è presentato al numeroso pubblico di Difesa Grande che si è radunato sotto al palco per sentire di nuovo il cantante pescarese in occasione della festa di Santa Maria degli Angeli. “Il  2 agosto nemmeno il tempo di annunciarmi che è venuto giù il diluvio e allora ho deciso che dovevo tornare per cantare con voi e sono contento di averlo fatto, ci siamo divertiti“, ha affermato alla fine della serata di ieri, sabato 17 agosto, quando è stato richiamato sul palco per un saluto dagli organizzatori del comitato festa che ha lavorato agli eventi.

Giò di tonno termoli

Il suo è stato un concerto semplice, fatto di dialoghi diretti e immediati con i presenti, ricco di canzoni di tutti i tipi, di tutti i generi e di tutti i tempi, oltre che di tutte le età. Sul palco canta, fa battute, racconta aneddoti e riesce anche ad accontentare le richieste di alcuni che dalla piazza gli chiedono alcuni brani. Perché se con Notre Dame è stato per tutti il Gobbo, è con il programma serale del venerdì sera di Rai Uno Tale e Quale Show che il pubblico intero lo ha conosciuto come Giò Di Tonno, il cantante pescarese dalla voce importante che riusciva a imitare con bravura, destrezza e disinvoltura i grandi della musica, captando ogni loro singolo pregio e difetto, stile e comportamento, tanto da donargli il primo posto nella gara benefica dell’edizione del 2012.

Giò di tonno termoli

E proprio quelle imitazioni sono state al centro del suo live a Termoli. Dove in pochi secondi è riuscito a passare con disinvoltura da Gino Paoli a “Se telefonando” di Mina, con un omaggio a Mino Reitano e alla sua perenne carica esplosiva nel canto, senza dimenticare Franco Califano e Riccardo Cocciante, padre del musical che ha fatto registrare in Italia più di 5 milioni di biglietti venduti, numeri da record come da record sono le 800 repliche che hanno visto il cast girare la Penisola in 17 anni di attività.

Giò di tonno termoli

E non poteva di certo mancare un omaggio a quei brani che lo hanno fatto apprezzare a grandi e piccoli, che lo riconoscono proprio come il Gobbo, con una padronanza musicale e canora da brivido, una interpretazione pazzesca anche senza abiti di scena e un silenzio interrotto solo da un lungo applauso dei presenti. “Ho fatto un anno e mezzo di provini e alla fine ce l’ho fatta, ci sono milioni di aneddoti che potrei raccontare, tutti mi conoscono come il Gobbo e io ci scherzo anche sopra”.

Giò di tonno termoli

E non poteva nemmeno mancare un omaggio alla sua terra con il brano “Cento fontanelle”, che riprende idealmente la fontana delle 99 cannelle de L’Aquila. “La notte del 6 aprile 2009 ci ha segnato per questo ho decido di comporre un brano che racconta quelle sensazioni, racconta una delle storie vissute”.

band Giò Di Tonno

Per concludere con il sorriso riprende poi un brano storico abruzzese, Vola Vola, e con delle imitazioni perfette snocciola cantanti uno dopo l’altro: Francesco Guccini prima, Eugenio Finardi poi, per arrivare anche a Bobby Solo, Ligabue, Tiziano Ferro e Battiato.

Giò di tonno termoli

Termoli la conoscevo ed è sempre bello tornare”, rivela a fine concerto sotto al palco, quando è invaso da donne, uomini e bambini che con lui vogliono un selfie, una foto e anche l’autografo. Non si sottrae a nessuno e mentre in cielo lo spettacolo pirotecnico illumina il quartiere e chiude i festeggiamenti, lui risponde alle domande dei fan che si complimentano con lui. Da oggi qualche giorno di vacanza, poi da fine mese si torna in sala prove, bisogna ripassare il musical e da settembre sul palco di tutta Italia tornerà ad essere Quasimodo, il Gobbo di Notre Dame, anche se sarà Giò Di Tonno.