Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

“Martedì finisce l’estate? Una bufala”. Il caldo continuerà dopo il picco di questi giorni foto

Per l'esperto di meteoinmolise.com Gianfranco Spensieri è falso affermare che si avvicina il crollo delle temperature. Grande afa in queste ore, poi clima nella media

Il caldo di questi giorni? Totalmente normale. Chi sostiene il contrario probabilmente ha la memoria corta e si è dimenticato che cosa è stato il torrido 2017. Se invece avete sentito da qualche parte che martedì prossimo finirà l’estate, meteorologicamente parlando, sappiate che c’è ben poco di vero. A spiegare perché Gianfranco Spensieri, numero uno del sito meteoinmolise.com che aggiorna in tempo reale i molisani su clima, temperature, venti e tutte le altre particolarità del settore.

 

Arriva agosto, fa caldo. Dove è tutta questa anomalia di cui tanti parlano?

“Il caldo di questi giorni è anomalo per come è andata finora l’estate ma, se guardiamo al 2017, è addirittura più freddo del trend della passata estate. Quella del 2018 è invece perfettamente normale, in linea con le temperature medie del periodo. È un’estate caratterizzata dall’Anticiclone delle Azzorre e non da quello subtropicale. In questo quadro, quella attuale è una mini ondata di caldo”.

 

Ma le temperature record sono lontane, giusto?

“Nella nostra regione non c’è nulla di particolarmente elevato. Stanotte nelle aree interne si sono registrati 16-17 gradi. Bisogna contestualizzare le cose. A Mantova hanno avuto 28 gradi di minima, a Rimini 29, certo è una ondata di caldo ma non pazzesca”.

 

Quando arriverà il picco?

“Fra mercoledì pomeriggio e giovedì mattina (1 e 2 agosto, ndr). Ma parliamo di 35 gradi a Venafro e a Isernia, mentre sulla costa a malapena si arriva a 32 gradi. L’anno scorso invece col garbino si arrivò a 40 gradi e mezzo. Siamo in una situazione ben diversa, che inserita nell’anno scorso non avrebbe nemmeno fatto notizia. Quella del 2018 è un’estate nella media in quanto a temperature”.

 

Dopo il picco cosa ci attende?

“Da giovedì avremo correnti più fresche, con una diminuzione di 2-4 gradi e quindi avremo massime di 28-29 gradi che per agosto non sono nulla di eccezionale”.

 

Ma è vera la voce che circola, la settimana prossima “finirà” il caldo e l’estate sarà rovinata?

“È incredibile, un solo sito meteo in Italia è riuscito a far credere questa cosa, riportata anche da molte agenzie giornalistiche, tant’è che molti albergatori hanno fatto casino. Ma non è assolutamente vero, è la classica bufala, una fake news”.

 

Nemmeno una rinfrescata?

“Arriveranno dei temporali nelle zone interne, come è normalissimo, mentre sulla costa la temperatura rimarrà gradevole ed estiva. È falso dire che sarà la fine dell’estate. Le temperature saranno invece nella media almeno fino alla metà del mese”.

 

A rimetterci sono le attività balneari e tutto l’indotto.

“È la classica bufala che però fa danni, ma gli albergatori possono stare tranquilli, sarà il classico agosto estivo italiano, diversamente da quello del 2017 ma ce l’aspettavamo quando abbiamo avuto 70 giorni di fila sopra la media termica e con precipitazioni assenti”.

 

Una grande differenza sulla costa. In montagna invece?

“L’anno scorso 36-37 gradi anche sui 1500 metri. A Campitello e Capracotta 31.5 gradi. Quella è storia. Ieri invece 22 gradi a Campitello”.

 

Le anomalie sembrano essersi spostate altrove.

“In Spagna si rischia il picco più alto di caldo degli ultimi 200 anni fra giovedì e sabato quando sono attesi 48 gradi. In Finlandia l’altro ieri 32 gradi, una anomalia di 20 gradi. Simile a quella nostra dell’anno scorso ma in scala maggiore”.

 

Cosa ci sta “salvando” dal caldo record?

“La presenza quasi costante dell’Anticiclone delle Azzorre che ha permesso ai grandi anticicloni meridionali di andare su latitudini elevate”.

 

Quindi se dovesse mancare l’acqua in Molise non sarà certo colpa della siccità.

“Assolutamente no, quest’anno eventuali carenze idriche non potranno essere giustificate col meteo”.