Quantcast

Volt

Isernia Amministrative

Isernia

Top & flop dopo il voto: Raimondo e Mancini big di consensi. Sorpresa Volt e Isernia Futura (con la guida di due donne)

Al di là dei risultati più o meno positivi delle liste presentate dai partiti più grandi, a Isernia hanno raccolto consensi forse inattesi le formazioni esordienti come quelle che erano schierate con Piero Castrataro. E poi c'è chi ha confermato la propria 'potenza di fuoco' come Forza Italia (tra i più votati Linda Dall'Olio e Cesare Pietrangelo, vicini ad Aldo Patriciello) e Alleanza per il futuro. Infine, una curiosità: tra i candidati in corsa nella Lega c'era anche Bernardo Centracchio, il padre della medaglia di bronzo a Tokyo nel judo, che però ha raggranellato solo 18 preferenze. Male anche l'ex assessore Eugenio Kniahynicki , il consigliere uscente M5S Mino Bottiglieri e l'avvocato Oreste Scurti

candidati sindaci Isernia

Amministrative

Sindaco, a Isernia sfida a tre: 7 liste per Melogli, 5 a testa per Castrataro e Tedeschi

Ad eccezione di Fratelli d'Italia, tutto il centrodestra schierato con Gabriele Melogli che potrà contare sul sostegno di Popolari, Udc, Lega, Forza Italia, Alleanza per il futuro (la lista dell'avvocato GiovanCarmine Mancini), Iris (la 'squadra' del sottosegretario Roberto Di Baggio) e Isernia Migliore. Cinque forze per Cosmo Tedeschi, altrettante per Pietro Castrataro, il candidato di Pd e Movimento 5 Stelle. Oltre ai dem e ai pentastellati, in campo con l'ingegnere anche Isernia Futura, Volt e Isernia Verde e Solidale. L'assessore Filomena Calenda capolista con l'Udc.