via Matris

Via Matris

Il polmone verde di campobasso

Riapre dopo quasi due anni la Via Matris. Manca il bagno: resta chiuso il Castello Monforte video

I cancelli sono stati spalancati solo alle ore 11.15. “Non ci è stata data comunicazione dal Comune della riapertura” dicono dalla cooperativa che gestisce il servizio. L’assessore Cretella: “Un imprevisto cui abbiamo dovuto far fronte”. Il maniero dei Monforte rimane blindato perché, a norma di legge, “vanno garantiti almeno due servizi igienici tra gestori e turisti”. Da risolvere la questione sicurezza: l’area dei Monti è interessata dal rischio di caduta massi.

via matris

Campobasso

Via Matris verso la riapertura: “Aree a rischio delimitate”. Comune a caccia di soldi per la messa in sicurezza

Dopo i sopralluoghi condotti dall’amministrazione insieme al Servizio geologico regionale, la riapertura sembra più vicina. Intanto, si lavora al reperimento delle risorse necessarie ad avvalersi della consulenza di una squadra di rocciatori, la cui valutazione sarà necessaria per capire le reali condizioni dell’area in questione. Il primo cittadino di Campobasso in Consiglio comunale: “Zona pavimentata e pedonabile da potersi ritenere sicura anche nell’evenienza di ulteriori crolli”.

Polizia via Matris

Campobasso

Dramma sulla via Matris, i familiari del barista 56enne: “Un episodio di sfortunata casualità”

Ieri i funerali di Paolo Sangregorio, uomo stimato e apprezzato in città, nella chiesa di San Giovanni Battista. Intanto, i parenti chiariscono in una missiva indirizzata agli organi di informazione locali: “Il fatto di cronaca che ha coinvolto Paolo, provocandone la morte, è da ricollegarsi solo ed esclusivamente ad un episodio di sfortunata casualità e non, come si è voluto ipotizzare, ad atto autolesionistico”.

via Matris

Campobasso

Morte sulla via Matris: disposta l’autopsia sul corpo del barista 56enne caduto in un dirupo

Continuano le indagini degli inquirenti per chiarire dinamiche e cause del tragico evento: nel pomeriggio di oggi 26 luglio è stata eseguita l’ispezione cadaverica ed il pm Elisa Sabusco ha inoltre prescritto l’esame autoptico. Paolo Sangregorio - molto conosciuto in città anche per via del suo lavoro in un noto bar del centro - avrebbe perso l’equilibrio scivolando per 20/25 metri prima di impattare violentemente contro il terreno.