Corte dei Conti

Profondo rosso

Debiti record con sanità e Trenitalia, ma la Regione spende ancora troppo per consulenze e partecipate foto video

La Corte dei Conti ha evidenziato tutte le criticità della gestione finanziaria del governo guidato nell'ultimo anno e mezzo da Donato Toma. Deficit sanitario lievitato a 40 milioni, complice anche la mancata approvazione del Piano operativo dal commissario. Grave il responso sull'Azienda sanitaria che ha aumentato le consulenze, avviato selezioni senza la necessaria trasparenza e peggiorato i tempi dei pagamenti dei fornitori. Infine, il pesante conto da pagare a Trenitalia (20 milioni), mentre in via Genova aumentano gli stipendi ai direttori dei Dipartimenti. Infine le società partecipate: "Si rischia di mantenere in vita enti inutili"