Quantcast

terapie intensive

Ambulanza covid pronto soccorso ospedale Cardarelli

Il bollettino

30 aprile – 10 morti in 5 giorni, oggi 3 fra 55 e 74 anni. Calano le intensive e i ricoveri

Oltre al termolese 55enne, in intensiva perde la vita un 74enne di Bojano. Un 71enne sempre di Bojano, comune che registra anche oggi 6 nuovi casi, muore in Infettive. Il dato dei decessi è il più tragico della settimana, mentre si abbassa sotto la soglia critica sia il numero di pazienti trattati in rianimazione che il numero di pazienti trattato in sub intensiva. Sono 38 complessivamente i malati covid al Cardarelli, 2 al Gemelli. Riprende quota la campagna vaccinale, oggi oltre 2.800 somministrazioni e la nostra regione nell'ultima settimana è quella che registra la minor incidenza di casi di tutta Italia

Campobasso riaperture gente passanti bar ristoranti

Il report settimanale

Decessi al minimo, tasso di positività vicino al 5%. Il ‘tesoretto’ del Molise da non vanificare foto

Calato a 3 il numero di vittime del Covid-19 nell'arco della settimana. Stabili i ricoveri (18 in 7 giorni) e tornano ad abbassarsi i contagi in regione. Continuano a preoccupare però i numeri di Campobasso e Bojano che da sole costituiscono il 51.5% di tutti i nuovi positivi. Con questi numeri il Molise si accinge alle riaperture e mai come in questo caso la parola d'ordine è responsabilità

Termoli centro dopo riaperture

Il report settimanale

Lieve rialzo dei contagi, ma crollano i decessi e si viaggia spediti coi vaccini

L'aumento dei contagi che si paventava in effetti c'è stato, seppur lieve e soprattutto confinato a poche realtà. Quasi il 40% delle nuove diagnosi infatti è avvenuto tra Campobasso e Bojano. Va meglio però sul fronte degli ospedali, i decessi (7 in 7 giorni) sono tornati ai livelli di ottobre e la campagna vaccinale procede a buon ritmo. Circa 1 molisano su 10 ha ricevuto entrambe le dosi