street food

Il paradosso

Campobasso “cucina a cielo aperto” con lo Street Food Village, ma l’unico cibo molisano sarà la pampanella

Venerdì, sabato e domenica torna il cibo di strada: Corso Vittorio Emanuele invasa pacificamente da provetti cuochi provenienti da Sicilia, Campania, Puglia, Abruzzo, Marche e Toscana: dalla “meusa” alle sfogliatelle, dagli arrosticini alla puccia con il polpo passando per arancini, olive ascolane e hamburger di chianina. Assente la cucina nostrana, eppure il Gambero Rosso e Linea Verde avevano promosso il capoluogo a “regina dello street food per pizze e panini”. Divieti di transito e di sosta nel cuore della città.

san-basso-street-food-155567

Termoli

Turismo in calo e ristoranti giù, ma resiste lo Street Food e il sushi sbanca. “Speriamo nel riscatto di agosto” foto

Il giapponese unico locale gastronomico ad aver incrementato la clientela: circa 200 pasti al giorno, 7 giorno su 7. Bene anche il cibo di strada, mentre la maggioranza dei ristoranti – anche tipici – registrano un calo dovuto sia al maltempo di parte di luglio sia alla crisi, che spinge le famiglie a prediligere il low cost. Flessione di bagnanti anche sulla spiaggia secondo il Sindacato Italiano Balneatori: a Termoli – 10%. La speranza comune è riposta nelle prime due settimane di agosto.