segnalazioni

marijuana erba studente campomarino

Campomarino

L’ombra del dark web, un affare redditizio che viaggia per posta. 21 chili di marijuana in casa di un “bravo ragazzo”: chi c’è dietro?

L’arresto (ai domiciliari) dello studente 25enne di Campomarino apre a molti interrogativi e allarga uno scenario imprevedibile di indagini. L’erba – che secondo il protagonista è legale – è stata inviata nei laboratori per le analisi. Sarebbe arrivata a mezzo corrieri, tanto da insospettire molti. Una delle ipotesi al vaglio è quella di un acquisto avvenuto tramite dark web, anche se non si può escludere che i canali di approvvigionamento fossero altri, come l’Albania o la zona del foggiano, e che fosse un “custode” pagato da qualche pesce grosso  proprio perché “insospettabile”.

bambola pedofilia

Il fenomeno in regione

Pedofilia: in Molise le segnalazioni ci sono, ma spesso la vergogna affonda il coraggio della denuncia

Oggi ricorre la Giornata nazionale contro gli abusi sui minori e la pedopornografia. Un momento di riflessione per ribadire che è importante parlare e segnalare. Perché tanti casi esistenti vengono inabissati da paura e senso del pudore. Il crimine non è scomparso: continuano ad arrivare notizie di reato negli uffici di polizia e carabinieri. ll fenomeno in Molise c’è.

Tenda pre triage Isernia

Coronavirus - il contagio

Prima vittima in Molise: è l’89enne di Sesto Campano. Negativi i 38 tamponi di sabato, i contagiati restano 14. Si auto-segnalano 140 rientrati dal Nord

Si registra la prima vittima molisana del coronavirus: è l'89enne di Sesto Campano, deceduto in mattinata all'Istituto Spallanzani di Roma dove era ricoverato. Nessun nuovo caso di positività al Covid-19 fra i 50 operatori sanitari sottoposti al test sabato scorso: lo comunica la direzione sanitaria Asrem. Tra oggi e domani si avranno i risultati sui 45 test fatti ieri, domenica, prevalentemente a Termoli. Il direttore generale rassicura sul numero di tamponi: "Ce ne sono a sufficienza". Intanto sarebbero circa 140 i molisani rientrati dal nord nei giorni scorsi che si sono autosegnalati alla Asrem come da ordinanza e che dovrebbero trovarsi in quarantena. Cittadini invitati a segnalare eventuali violazioni della disposizione, necessaria per il bene collettivo.