ristorante

forza-nuova-143410

Il caso guglionesi

Forza Nuova, incontro pubblico al ristorante con Fiore e Castellino. Si mobilitano gli anti-fascisti, rischi per l’ordine pubblico e il contagio

Sabato 24 ottobre il ristorante Club dei Qulinari di Guglionesi ospita il fondatore e il leader di Forza Nuova, oltre al prof. Pierfrancesco Belli, l’esperto che denuncia le ingerenze dell’Oms. Contro la dittatura sanitaria e il terrorismo dei media, l’oggetto dell’incontro. “E’ un evento pubblico” dice a Primonumero.it uno degli organizzatori. “Non ne sapevo nulla, io ho dato la disponibilità solo a una cena” replica il ristoratore. Mentre si organizza un presidio di protesta, esplode il caso che fa temere per assembramenti e rischio focolai. Pressing di partiti e associazioni sul sindaco: “Fermare questa vergogna”.

trabucco mare termoli

Turismo a picco sul mare

Trabucchi, qualcosa si muove: il Molise prova a seguire l’Abruzzo per costruirli e farne ristoranti

Approvata in terza commissione dopo la relazione del presidente Armandino D'Egidio e della vice Aida Romagnuolo, la norma deve solo superare l'approvazione dell'assise regionale. Sono previste sei nuove strutture che non dovranno superare gli 80 metri quadrati di superficie. E per il futuro non si esclude un gemellaggio con la costa abruzzese resa famosa proprio dai cosiddetti "ragni colossali"

Nicola Ranallo (Bar Centrale)

Un grande punto di riferimento

Il locale pieno è un ricordo, si lavora per riaprire con posti dimezzati: “Ma il Bar Centrale ripartirà” video

I bar e i ristoranti saranno le attività commerciali che ripartiranno per ultime, si parla del 18 maggio come possibile data. Il punto di riferimento della ‘movida’ campobassana, il Bar Centrale, sarà inevitabilmente snaturato: “Sappiamo bene che il locale pieno, sia all’interno che all’esterno, per ora sarà un bel ricordo. Sarà dura applicare le misure restrittive ma necessario. La speranza è che nel breve periodo si possa tornare a una sorta di normalità perché le spese ci sono, sono tante e attualmente i ragazzi sono in cassa integrazione”.