Quantcast

registro tumori

Registro tumori 1 rapporto 2010-2013

Il rapporto

Attivo il Registro tumori: oltre 1750 diagnosi all’anno tra il 2010-2013. Colon-retto, mammella e prostata i più diffusi video

Finalmente in Molise viene colmato un vuoto importante dal punto di vista delle conoscenze sulla diffusione delle neoplasie: il Rapporto presentato oggi offre un primo spaccato, nel quale emerge la maggiore incidenza rilevata nella zona tra Campobasso e Bojano. "Questi primi dati ci confortano, siamo avvantaggiati dal fatto che non c'è una grossa localizzazione di industrie", esplicita il responsabile del Registro Tumori, l'oncologo Carrozza.

Ufficio igiene tamponi richieste oriente dottore infermieri covid

Buone notizie

Registro Tumori, si parte davvero. Ultimato l’invio dei dati per l’accreditamento

La comunicazione è stata data al Governatore dal dottor Francesco Carrozza, responsabile scientifico del progetto. Ultimato l’invio dei dati all’Airtum sui malati molisani relativo al quadriennio 2010-2013 e già iniziato l’invio del quadriennio successivo. Via all’accreditaamento. La consigliera Patrizia Manzo: “Grazie a tutte le persone che hanno lavorato a testa bassa per il raggiungimento di questo straordinario obiettivo. Andiamo avanti”.

Guglionesi Castellara villa comunale

Guglionesi

Il tumore che fa più paura del Covid: un 40enne perde la battaglia contro il male. “Ciao Angelo, non ti dimenticheremo”

Il vero dramma del territorio è il cancro. Guglionesi, comune di 5500 abitanti, assiste impotente a una strage ormai da qualche anno. Oggi è morto un giovane di 40 anni, marito e padre di famiglia. E ancora una volta si riflette amaramente sull’assenza di un Registro dei Tumori, il cui iter è stato ulteriormente rallentato dall’emergenza sanitaria in atto.

Viale Marconi Guglionesi tetti eternit

Guglionesi

Tre tetti in eternit a distanza ravvicinata, solo per uno è partita la bonifica. Viale Marconi, il cancro e la paura foto

Sono almeno tre i tetti di amianto mai bonificati di Viale Marconi, dove i residenti denunciano un aumento esponenziale di casi di neoplasie. Si trovano in un raggio di 150 metri, ma in Comune sono a conoscenza solo di una situazione per la quale sarebbe partito l'iter di bonifica. L'assenza di studi epidemiologici e di un Registro dei Tumori rende difficile stabilire un nesso di causa-effetto, anche perchè i casi di cancro (in maniera empirica ne sono stati censiti 12 lungo la strada) non sono direttamente collegabili alla presenza di eternit. Dubbi su altri fattori responsabili, come le antenne dei ripetitori posizionate sul tetto dello stabile più alto.