reclusi

detenuto albanese evaso

Campobasso - l'uomo invisibile

Omicida evaso, mai una visita in carcere o una telefonata. Nessuno lo ha visto fuggire: si cerca un aiuto nelle telecamere di sorveglianza

Ascoltate le persone con le quali lavorava grazie ad un permesso speciale presso l’Istituto agrario nell’ambito del progetto scolastico che fu promosso dall'allora preside Rossella Gianfagna e che prevede uno scambio tra prestazione d'opera e formazione a 360 gradi a favore dei detenuti. Agli investigatori hanno detto di non averlo visto allontanarsi dalla struttura

colloqui carcere

Campobasso

“A Poggioreale l’inferno, in via Cavour mio marito è rinato. Dopo il carcere è da qui che vorremmo ricominciare”

A tu per tu con la compagna di un collaboratore di giustizia che non ha condiviso la generalità della denuncia di Aldo Di Giacomo sul sesso in carcere in cambio di benefici: “Ha mancato di rispetto alle famiglie che, come i reclusi, vivono un’esistenza a metà”. E del Penitenziario di Campobasso dice: “Il comandante e la polizia penitenziaria sono persone straordinarie. Grazie a loro, mio marito è un uomo diverso”