Quantcast
istituto neuromed pozzilli

Il caso

Vaccini a tutti i dipendenti delle aziende di Aldo Patriciello, anche giornalisti e grafici della tv di Isernia

Mentre le vaccinazioni agli anziani tardano e categorie a rischio come diabetici, cardiopatici e disabili aspettano che arrivi il proprio turno, il personale amministrativo delle aziende che fanno riferimento all’Irccs Neuromed di Pozzilli hanno potuto già beneficiare della immunità. Compresi cronisti, operatori di Tvi (la televisione di Isernia) e grafici di desk. La richiesta è stata presentata alla Asrem e alla Regione senza dettagli e senza indicare a quali soggetti si intendesse somministrare la vaccinazione. “Noi ci siamo limitati a fornire le dosi di vaccino richieste” spiega il direttore sanitaria Virginia Scafarto. L’addetto stampa dell’europarlamentare (che non è vaccinato in quanto non dipendente aziendale) chiarisce, a sua volta: “La vaccinazione è stata chiesta come da Piano Arcuri anche per gli amministrativi”.

vaccini covid personale sanitario del Cardarelli Campobasso

Il paradosso

Impiegati e funzionari già vaccinati, dentisti e specialisti ancora no. “L’immunità non sia un privilegio”

Centinaia di operatori non sanitari sono in attesa della seconda dose del vaccino anti Covid mentre odontoiatri e medici liberi professionisti, che pure sono in prima linea, non sono stati ancora vaccinati e non si sa quando lo saranno. Col taglio alle scorte l'immunità per loro si fa sempre più lontana. L'Ordine dei medici ha sollecitato Asrem e Regione a estendere il presidio vaccinale anche a dentisti e specialisti che incontrano ogni giorno decine di pazienti nei loro studi.