pandemia

orazio pinti ritagliata

Neural network

Tutti parlano di ricerca scientifica, pochi sanno cos’è e come funziona. “Mettersi in discussione sempre, come fa la scienza”

Orazio Pinti, giovane ingegnere aerospaziale, spiega come si dimostrano le teorie della scienza e perché la ricerca, bistrattata e snobbata, è così importante. “Senza le migliaia di menti costantemente al lavoro con l’unico scopo di farci superare questo momento di difficoltà, cosa succederebbe?” E’ bene ricordare che ogni cosa che usiamo e diamo per scontata oggi, che ci semplifica, migliora o salva la vita, è stato frutto di ricerca e sperimentazione scientifica avvenuta in un certo momento della storia.

Autobus covid

Tra incognite e timori

Trasporto scolastico, più autobus e biglietti on line. Ma Toma invita i genitori ad accompagnare i figli in auto video

15mila studenti utilizzano il trasporto pubblico per andare a scuola che in Molise riaprirà il 14 settembre. Mentre la Regione annuncia le ultime misure, crescono i timori degli autisti sulla capienza dei mezzi: "Se guidiamo gli autobus, non possiamo controllare se i ragazzi restano al loro posto e indossano la mascherina". Invece l'assessore Pallante ipotizza due scenari: "Non abbiamo ancora deciso se prevedere una forma di premialità per chi utilizza la biglietteria on line o un costo aggiuntivo per chi si avvale del sistema tradizionale"

hanen tunisia

Dall'altra parte del mare

L’immigrazione vista con gli occhi di Hanen, a Termoli da 20 anni: “Tunisia al collasso, ecco perché le famiglie scappano”

Prende il via la collaborazione tra il gruppo di comunicazione della Caritas di Termoli e la redazione di primonumero per l'approfondimento di tematiche sociali di stretta attualità. Si comincia con l'intervista a Hanen Gzaiel Ben Mariem, la presidente dell’Associazione di Promozione Sociale Salam, molto attiva a Termoli. "Voglio creare un gemellaggio con la mia Chebba"

Antonella Giuditta

Neural network

Ansia, depressione, stress: la Salute mentale post Covid e le strategie per la ripresa del benessere

Il nostro Paese stanzia per la salute mentale solo il 3,6% di tutto il finanziamento del Sistema Sanitario Nazionale, a differenza di Germania, Regno Unito, Francia e altri Stati Europei dove le percentuali sono almeno il doppio, superando in alcuni casi il 10%. Con il Covid è cresciuta l’incidenza delle dipendenze comportamentali tra gli adolescenti e l’uso delle sostanze stupefacenti e dell’alcool. A questo drammatico scenario vanno aggiunte le notizie relative all’aumento del tasso di suicidi e dei casi di violenza domestica. Antonella Giuditta, giovane professionista del campo, traccia con precisione il quadro e individua i settori e le strategie per evitare che il malessere da pandemia diventi cronico.