ospedale Veneziale di Isernia

ostetricia-ginecolgia-cardarelli-neonato-153285

Sanità allo sfascio

Solo metà dei medici in corsia: ore extra per garantire le cure. I pensionamenti mandano gli ospedali in tilt

Ma i camici bianchi, che sono la metà di quelli necessari, sono già allo stremo. Da caso straordinario a emergenza quotidiana: la carenza degli organici sta rendendo di fatto impossibile il lavoro dei camici bianchi nei presidi sanitari regionali. Per garantire i turni e per evitare l'interruzione di pubblico servizio si è deciso di fare ricorso alle 'prestazioni aggiuntive' che dal prossimo 3 febbraio saranno autorizzate dal direttore sanitario Dino Sassi. "Probabilmente il budget previsto l'anno scorso non sarà sufficiente: ci sono altre variabili negative da dover gestire come i pensionamenti o i trasferimenti dei medici",

ospedale-san-timoteo-corridoi-reparti-153870

La distruzione della sanità

Ospedale unico a Campobasso, meno reparti a Termoli e Isernia: il nuovo Pos affossa il Molise, e i malati “fuggono”

Anche se deve essere vagliato e approvato dal tavolo tecnico, la bozza del Piano operativo 2019-2021 elaborato dai commissari definisce a grandi linee la riorganizzazione sanitaria regionale applicando alla lettera il decreto Balduzzi. Saranno ulteriormente smantellati il San Timoteo e il Veneziale che diventano due presidi di base, a Campobasso ci sarà un unico ospedale di primo livello, il Cardarelli. "Bisogna chiedere una deroga, il presidente Toma deve sbattere i pugni a Roma", dicono i comitati.

Angelo Giustini commissario sanità

Sanità massacrata

Ospedali, il disastro che avanza. 60 milioni di deficit e previsioni nerissime: concorsi bloccati, reparti chiusi

Da Roma indicazioni durissime al commissario: taglio dei reparti e servizi, blocco delle assunzioni per rientrare dal debito sanitario che è tornato ad aumentare nel 2019. Secondo i bene informati, potrebbero chiudere Ortopedia a Isernia, mentre a Termoli dovrebbe essere soppressa la Cardiologia. A rischio tutti i bandi per reperire nuovo personale. Inoltre potrebbero pagare dazio pure i privati, Neuromed e Gemelli in primis.