Quantcast

ospedale san Timoteo di Termoli

Toma commissario Degrassi ospedale Veneziale di Isernia moduli terapia intensiva covid conferenza stampa

Ospedali a un bivio

Toma atteso al varco sulla sanità mentre al San Timoteo altra emergenza in Gastroenterologia

Domani, 27 settembre, la riunione monotematica richiesta dalle opposizioni e dedicata al Programma operativo straordinario 2019-2021 adottato dal commissario-governatore. Il documento ha provocato le proteste di sindacati e associazioni, che saranno davanti Palazzo D'Aimmo e che denunciano il depauperamento degli ospedali di Termoli e Isernia. Nel nosocomio della costa, fra l'altro, emergono nuove criticità per l'assenza di medici in Endoscopia e Gastroenterologia. Convocata per l'8 ottobre la Conferenza dei Sindaci

Piano sanitario Toma Gallo e vice commissario Tomasella

Il programma 2019-2021

Ombre sulla sanità, Toma smentisce i tagli dei reparti ma ammette il ruolo chiave che avrà l’Abruzzo video

Il governatore-commissario spiega il Programma operativo 2019-2021 provando a placare le polemiche: "Non verrà sottratto nulla ai nostri ospedali, a Isernia resta Oncologia, a Termoli emodinamica". Tuttavia gli accordi di confine gettano qualche ombra: "L'intesa con l'Abruzzo per attirare pazienti, a Vasto non c'è Emodinamica ma a Termoli sì". Tuttavia nella nuova rete ospedaliera presentata a luglio dal presidente Marsilio è prevista l'attivazione al San Pio.

Ospedale Cardarelli Campobasso vaccini covid

La sanità che verrà

Accordi con ospedali extraregionali per emodinamica e patologie tempo dipendenti: sanità sempre più ‘esternalizzata’

Il nuovo Programma operativo 2019-2021 approvato dal governatore-commissario Toma prevede una serie di accordi di confine che depotenziano, di fatto, la sanità pubblica. E' a rischio il futuro del San Timoteo di Termoli: oltre al Punto Nascite, saranno definiti "futuri accordi" con l'ospedale di Vasto per la Stroke Unit, l’Emodinamica e la Traumatologia. Mentre è confermata la collaborazione tra il Cardarelli di Campobasso e il Santobono di Napoli per le patologie pediatriche di maggiore complessità, a Isernia c'è allarme per il Veneziale. Il primario del pronto soccorso Pastore: "Perderà Oncologia".