Neurochirurgia

Schianto vicino alle Cupolette

Cronache

Schianto alle Cupolette, muore anche il secondo ferito. Era stato trasferito ad Ancona

E' la seconda vittima del grave incidente che si è verificato lo scorso 16 gennaio in prossimità dell'ex hotel Le Cupolette. L'uomo, che era stato trasferito ad Ancona per l'assenza di Neurochirurgia all'ospedale Cardarelli, è morto dopo una settimana di agonia. Un tragico destino che l'ha unito alla moglie, deceduta poche ore dopo l'impatto. I Carabinieri di Bojano intanto continuano ad indagare sull'accaduto.

pronto soccorso Rianimazione ospedale Cardarelli Campobasso

Disastro sanità

Ospedale Cardarelli senza Neurochirurgia, paziente in ambulanza scortato dai carabinieri

Doveva arrivare con urgenza all'ospedale di Ancona l'uomo di 67 anni coinvolto nell'incidente stradale avvenuto il 16 gennaio sulla statale 17, nei pressi dell'ex hotel Le Cupolette. Era impossibile operarlo nel nosocomio del capoluogo molisano. Da qui la staffetta verso il presidio sanitario marchigiano: in Puglia, Campania, Lazio e Abruzzo non c'era posto

Stroke unit ospedale Cardarelli

Il giorno della verità

Ospedali, M5S rilancia la Neurochirurgia. Patto per la salute, “a rischio 2 miliardi se Toma non vota”

A poche ore dall'audizione di Angelo Giustini e Ida Grossi a palazzo D'Aimmo, i comitati si mobilitano e i pentastellati presentano le proposte che saranno discusse in Aula durante il monotematico sulla sanità: il riequilibrio del budget ai privati e l'aumento del personale nei pronto soccorso in cima alla lista. "Il presidente Toma dovrebbe andare in Conferenza delle Regioni a chiedere 30 milioni di euro in più per la sanità molisana e la deroga al decreto Balduzzi per avere un ospedale Dea di primo livello completo e dotato di una rete dell'emergenza urgenza completa riattivando la Neurochirurgia al Cardarelli".

cena beneficenza

Campobasso

Un endoscopio per interventi meno invasivi sui bambini, una cena per raccogliere fondi

Dall’esperienza e dalla forza di due mamme molisane è nato un evento straordinario di solidarietà. Antonella e Melina sono partite in sordina con piccole raccolte fondi tra amici e conoscenti fino ad organizzare una cena di beneficenza, prevista per domani sera all’hotel San Giorgio di Campobasso, finalizzata all’acquisto di un endoscopio per interventi neurochirurgici meno invasivi sui bambini. Per l’occasione, in città il professor Gianpiero Tamburrini, membro dell’equipe di Neurochirurgia del Policlinico Gemelli e presidente della Federazione Gene promotrice del progetto “Insieme per curare”.