morte bianca

Gessificio termoli

Termoli

Morte al Gessificio, dubbi su presenza di testimoni. Infortunio sul lavoro o tragedia?

Il Prc condanna: "Le morti sul lavoro non sono solo quelle che si verificano per effetto di un evento traumatologico (cadute dall'alto,schiacciamento  da un mezzo meccanico ecc. ecc.) ma anche quelle dovute allo stress per gli eccessivi carichi di lavoro, per turni di lavoro eccessivamente stancanti,in particolar modo quelli subiti dai lavoratori delle ditte esterne (cosi detti appalti esterni), ma non solo da quelli".

michele calabrese bojano

Bojano

Muore schiacciato dal lastrone di marmo, inchiesta per omicidio colposo. La famiglia vuole la verità: “Non siamo convinti  della versione dell’azienda” foto

I familiari di Michele Calabrese, il 43enne di Bojano che ha perso la vita il 20 novembre scorso alla Edilforniture Sas, per nulla convinti della versione fornita dall’azienda, si sono rivolti a una società specializzata per ottenere la verità sulla morte bianca, la nona dall’inizio dell’anno in Molise. La Procura ha aperto un procedimento penale per omicidio colposo

Bernardo Marmi Bojano incidente sul lavoro

Bojano

Tragedia nell’azienda di marmi, indagini in corso: ascoltati 2 testimoni, sequestrato il muletto e il piazzale

Non sarà effettuata l'autopsia sul corpo di Michele Calabrese, l'operaio di 43 anni deceduto questa mattina a Bojano. Ma ci sono tanti aspetti ancora da chiarire, come il rispetto delle norme di sicurezza. Per questo i Carabinieri hanno ascoltato l'autista del camion e il manovratore del muletto che erano presenti sul luogo dell'incidente. Saranno accertati anche eventuali guasti al muletto che è stato sequestrato.

collage michele calabrese Bernardo Marmi Bojano

Cronache

Tragedia sul lavoro a Bojano, operaio muore schiacciato da una lastra di marmo

Michele Calabrese stava scaricando alcuni materiali quando è stato travolto all'interno dello stabilimento della Bernardo Marmi di via Molise. In ospedale è arrivato in condizioni disperate e lì il suo cuore ha smesso di battere. Indagano i Carabinieri che hanno posto i sigilli nell'area in cui è accaduta la tragedia, mentre il magistrato ha disposto l'ispezione cadaverica.