Quantcast

mobilità passiva

Ospedale Cardarelli Campobasso vaccini covid

La sanità che verrà

Accordi con ospedali extraregionali per emodinamica e patologie tempo dipendenti: sanità sempre più ‘esternalizzata’

Il nuovo Programma operativo 2019-2021 approvato dal governatore-commissario Toma prevede una serie di accordi di confine che depotenziano, di fatto, la sanità pubblica. E' a rischio il futuro del San Timoteo di Termoli: oltre al Punto Nascite, saranno definiti "futuri accordi" con l'ospedale di Vasto per la Stroke Unit, l’Emodinamica e la Traumatologia. Mentre è confermata la collaborazione tra il Cardarelli di Campobasso e il Santobono di Napoli per le patologie pediatriche di maggiore complessità, a Isernia c'è allarme per il Veneziale. Il primario del pronto soccorso Pastore: "Perderà Oncologia".

Toma e Micone consiglio regionale 2 settembre 2021

Consiglio regionale

Sanità, Toma: “Possiamo uscire dal commissariamento”. Ma il Piano operativo 2019-2021 resta in sospeso

Davanti al Consiglio regionale tornato a riunirsi dopo la pausa estiva, il governatore delinea le prime azione da neo commissario ad acta per il rientro dal debito sanitario: "Si può uscire dalla situazione commissariale e si possono sbloccare le premialità che ci hanno trattenuto i ministeri affiancanti (Salute e Mef), circa 30 milioni di euro". Ma il presidente non fornisce ulteriori dettagli sull'adozione dei Piani operativi scatenando l'ira delle opposizioni. In Aula polemiche sull'assessora Calenda e sulla delibera che prevede contributi ai molisani che soffrono di patologie rare per i farmaci di fascia C. Cefaratti: "Non si può guardare al reddito in questi casi"